Fornitore Offresi cresce  404 aziende a Lariofiere  «Stimolo per il distretto»
A Lariofiere aziende da molte regioni italiane e dall’estero

Fornitore Offresi cresce

404 aziende a Lariofiere

«Stimolo per il distretto»

Da giovedì a sabato la nuova edizione del Salone della subfornitura meccanica. Galimberti: «Successo di una fiera nata dal basso». Dadati: «Evento chiave per il territorio»

Si alzerà giovedì il sipario sulla dodicesima edizione di Fornitore Offresi, salone internazionale della subfornitura meccanica, punto di incontro della filiera e rassegna di peso per Lariofiere.

Da giovedì a sabato parteciperanno all’iniziativa ben 681 aziende, con una crescita del 13,5% rispetto allo scorso anno che si somma all’incremento del 15% rispetto al 2018: 404 sono espositori diretti, 270 sono rappresentati italiani ed esteri, oltre a sette testate di settore media partner.

Al centro della fiera ci sono le aziende operative nel settore delle lavorazioni meccaniche, ma anche dell’elettromeccanica, della meccatronica, della robotica e delle automazioni industriali.

I profili

Il 65% degli espositori proviene dalla Lombardia; sono poi presenti aziende di altre regioni italiane, come Piemonte, Emilia Romagna, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Marche, Toscana e Trentino, ed imprese estere da Francia, Germania, Romania e Svizzera.

«Fornitore Offresi – ha detto il presidente di Lariofiere, Fabio Dadati, ieri mattina presentando la manifestazione – è certamente l’iniziativa più importante di Lariofiere ed è espressione di uno sviluppo BtoB significativo per l’economia territoriale: il salone infatti consente alle aziende di creare legami e favorisce la definizione di commesse importanti». Non si spiegherebbe altrimenti il grande successo della rassegna tanto che, come ha detto Andrea Beri, coordinatore del Distretto Metalmeccanico Lecchese, «a metà 2019 avevamo già quasi saturato i posti disponibili». Ed in effetti, ha detto ancora Dadati, «circa venti imprese sono rimaste fuori nonostante la richiesta di partecipare all’iniziativa».

La fiera, per la prima volta, non è organizzata da due ma da un’unica Camera di commercio. «Questa esposizione – ha spiegato il presidente camerale Marco Galimberti – ha successo perché è nata dal basso, dalle esigenze delle imprese. Nello stesso tempo si avvale di prestigiose partnership, come quella con ComoNext e con il polo territoriale lecchese del Politecnico di Milano, ed è sempre più proiettata verso l’estero».

Secondo Dadati, «Fornitore Offresi rappresenta anche un grande stimolo verso il continuo miglioramento delle performance aziendali legate all’innovazione di prodotto e di processo. In tale senso – ha concluso il presidente di Lariofiere – il nostro Distretto Metalmeccanico costituisce un emblema del made in Italy nel mondo».

Lo scorso anno la fiera è stata visitata da 8.200 operatori del settore, intercettando i reali bisogni di domanda e offerta del settore.

Il convegno

L’apertura di Fornitore Offresi è prevista per giovedì alle 9.30 con un convegno dedicato al tema della subfornitura meccanica nello scenario mondiale.

«Sempre più appare evidente – ha affermato Beri – come le nostre imprese si debbano quotidianamente confrontare con fenomeni globali che condizionano pesantemente i nostri mercati: dalla politica economica internazionale agli eventi sociopolitici, dalle alluvioni alle pandemia, gli imprenditori devono porsi delle domande su quello che quotidianamente accade e su quali potrebbero essere le conseguenze per le loro imprese”. Interverranno, moderati dal giornalista di Radio 24 Sebastiano Barisoni, Flavio Bregant (direttore generale di Federacciai), Gianmarco Giorda (direttore generale di Anfia, l’associazione della filiera automobilistica), Francesco Leali (docente universitario di ingegneria a Modena e Reggio Emilia) e Giuseppe Mauri (capo del gruppo di ricerca di Gse, il Gestore Servizi Energetici).


© RIPRODUZIONE RISERVATA