Acsm, nuovo brand: diventa Acinque

La multiutility La società cambia nome ispirandosi alle province servite e all’azionista di riferimento A2A. Il logo è una girandola di colori: l’obiettivo è dare un’identità uniforme a una realtà che opera su territori diversi

Acsm, nuovo brand: diventa Acinque
Da sinistra: il presidente Marco Canzi e l’amministratore delegato Paolo Soldani ieri alla presentazione del nuovo nome della società

Nuovo nome e logo per Acsm Agam, società consolidata sui nostri territori che, per sancire unità e continuità, dal primo ottobre si chiamerà Acinque. Cinque come le province di Lecco, Como, Sondrio, Monza e Varese e A come l’azionista di riferimento A2A.

Il nuovo logo, una girandola stilizzata di colori che richiama un’immagine familiare, e un payoff, “energia che unisce”, che sono una dichiarazione di intenti: restituire un’identità a un fornitore di servizi che opera su territori diversi e si vuole rendere riconoscibile come realtà unica.

Hanno spiegato ragioni e valori del rebranding il presidente Marco Canzi, l’amministratore delegato Paolo Soldani e l’amministratore delegato di Acel Energie Giovanni Perrone nella conferenza stampa che si è tenuta ieri nella sede monzese della società. Un percorso di rebranding iniziato nel 2019, interrotto dalla pandemia e ripreso con il coinvolgimento dei clienti attraverso un concorso a premi, fino all’approvazione in assemblea soci la primavera scorsa. Da ottobre la campagna media che porterà nelle case la nuova identità.

Nulla cambia in termini di servizio, contratti, gestione. La società è quotata in borsa ma anche in quel contesto il passaggio sarà esclusivamente legato al nome e logo. Le linee di business correlate si chiameranno Acinque Reti, Acinque Ambiente e così via. «Con questo nuovo nome entriamo in una fase di maturità del nostro Gruppo, dopo i passaggi societari del 2018 che hanno integrato con successo le utilities locali. Ora, consolidato un ruolo, siamo pronti per un ulteriore sviluppo della società» ha detto Marco Canzi.

Una serie di eventi itineranti, il primo a Monza, aiuteranno a rendere riconoscibile il nuovo marchio ma saranno anche occasione per i cittadini per fare domande sul tema dei consumi, delle bollette, dei risparmi e sulle forniture nel 2023. La società di servizi ha tenuto a precisare che per l’80% dei suoi clienti fino ad ora si sono mantenuti i prezzi pattuiti nei contratti un anno fa, una capacità di resistere alla pressione del mercato che è stata sottolineata come virtuosa dai dirigenti.

«Acsm Agam ha provveduto a fare gli acquisti di gas in tempo per garantire le forniture di quest’anno. Quindi per il 2022. In questo periodo - ha spiegato Paolo Soldani - si sta lavorando con i grossisti di tutto il mondo per ottenere il gas al miglior prezzo» il Gruppo quindi sta affrontando un’arena molto difficile.

«Ma la società è composta anche da altre unità - ha aggiunto Canzi - che concorrono a mantenere un bilancio solido. Il settore Energia e tecnologie smart per le rinnovabili grazie ai pannelli fotovoltaici sta conoscendo un momento particolarmente positivo e sarebbe migliore se i componenti fossero di più facile e veloce reperimento. Inoltre anche la linea di business Ambiente sta consolidando buoni risultati». Una società composita quindi, come esemplifica la girandola del logo, e proprio la molteplicità degli aspetti sui quali è esposta la rende più resistente alle fluttuazioni che investono il settore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA