Wall Street decolla

Prima pizza il primo maggio

Formato il protocollo di intesa con il governatore Maroni: c’erano sindaco, prefetto, Libera e Aler

Il presidente: «Restituiamo alla comunità degli onesti un bene confiscato, un impegno concreto»

Wall Street decolla Prima pizza il primo maggio
La firma dell’accordo per l’ex pizzeria Wall Street, un tempo regno del clan di Coco Trovato

La prima pizza nell’ex Wall Street sarà in occasione dell’apertura di Expo 2015 «Il 30 aprile ci rivediamo qui, Expo apre il 1 maggio quindi un giorno prima inauguriamo la pizzeria della legalità: per me una pizza al prosciutto».

Il presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni non ammette ulteriori ritardi nella realizzazione di un progetto di cui si parla da anni ma che ora finalmente ha le gambe ma soprattutto i fondi per marciare. E speditamente.

Aler che dovrà realizzare la pizzeria “sapori e saperi” della legalità su progetto di Libera ha davvero i giorni contati, pochi mesi per compiere il miracolo.

Ieri nella sede che un tempo fu il bunker di Franco Coco Trovato , il luogo dove venne arrestato il 31 agosto nel 1992, si è firmato il protocollo di intesa che vede finalmente realizzato un sogno: restituire alla città un bene confiscato e palleggiato per troppi anni tra gli enti.

Leggi tutti i particolari nell’edizione de La Provincia in edicola venerdì 27 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA