Verderio, Fotografie e lacrime   per l’addio a “Ped”
Lo striscione sul sagrato dei colleghi di lavoro con i colori del milan

Verderio, Fotografie e lacrime

per l’addio a “Ped”

Oggi i funerali di Simone Pederzoli, morto a 20 anni il 1° gennaio mentre era in Spagna con la fidanzata

I ricordi di Asia della vacanza, la sua promessa di amore eterno e il saluto dei colleghi di lavoro con uno striscione

Tanti segni d’affetto oggi pomeriggio sul sagrato della chiesa di Verderio per l’addio a Simone Pederzoli, 20 anni, morto il 1° dell’anno, mentre era in vacanza in Portogallo con la fidanzata Asia.

Un malore improvviso

Una morte improvvisa, avvenuta mentre i due festeggiavano Capodanno, guardando i fuochi. Simone era stato subito soccorso e portato in ospedale, ma il suo cuore, dopo un trasferimento in una struttura più attrezzata a Lisbona, si era fermato per sempre qualche ora più tardi.

Una tragedia terribile, anche perché avvenuta nel corso di una vacanza frutto di una indipendenza economica appena raggiunta, grazie al lavoro di elettricista che il ventenne aveva trovato una volta terminati gli studi. Una perdita improvvisa che i familiari e la fidanzata non riescono ancora a metabolizzare.Tra i tanti ricordi, il più toccante è stato quello della fidanzata Asia, che per tutta la messa è rimasta accanto al papà di Simone, Roberto, e alla mamma Sonia.

Su un grande lenzuolo bianco, la promessa eterna “Sarai sempre parte di me. Ti amo”. E poi le foto di quella ormai tristemente indimenticabile vacanza in Portogallo, seguendo le tappe di un amore giovane e fresco, che voleva salutare il nuovo anno all’estero. Foto che in origine dovevano immortalare tanti momenti felici e nelle quali spiccano sorrisi e baci, tenerezze e abbracci, ma che ora sono un colpo al cuore. Accanto, gli amici hanno preparato cinque palloncini rossi. Uno per ogni lettera delle parole “Ti Amo”, che hanno fatto alzare in cielo quando il feretro di Simone ha lasciato la chiesa e i tanti amici, ieri accorsi per l’addio straziante.

Anche i colleghi di lavoro e gli amici del paese e della scuola hanno voluto tributare a “Ped” un ricordo, affidato a uno striscione con le lettere scritte in rosso e nero, come i colori della squadra del cuore, il Milan, la cui maglia qualcuno ha appoggiato sul feretro.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola venerdì 17 gennaio


© RIPRODUZIONE RISERVATA