Verde via De Gasperi

Il sindaco: «Resterà»

Tanti non ci credono

Infuria la polemica sui posti auto che verranno ricavati in 300 metri quadrati di aiuola lungo la strada: il sindaco assicura che il progetto è stato discusso e valutato ma l’opposizione rilancia: lavori a sorpresa, cittadini sbigottiti

Verde via De Gasperi Il sindaco: «Resterà» Tanti non ci credono
L’area verde di via De Gasperi che sarà trasformata in parcheggi

Via De Gasperi fa sempre più discutere. Il progetto di creazione di una trentina di nuovi parcheggi sacrificando gran parte dell’area a verde, ha imbestialito molti residenti, e non solo. Tanto che il primo cittadino ha risposto alle critiche apparse persino sulla sua pagina Facebook “Virginio Brivio”.

«I lavori in corso in via De Gasperi sono frutto di un progetto passato attraverso tre fasi di progettazione e la commissione consiliare competente, che intende trovare soluzione alla carenza di parcheggi. A fronte di una complessiva riqualificazione della zona, che passa anche attraverso la realizzazione delle due rotonde, l’intervento raddoppierà il numero dei posti auto a disposizione lungo la via, fornendo un servizio pubblico».

In merito al verde: «Larga parte del verde preesistente rimarrà, mentre l’ampliamento della carreggiata stradale consentirà la messa in sicurezza della via, anche con riguardo ai ciclisti, risolvendo peraltro un problema di circolazione legato alla larghezza della sede stradale, inidonea al transito simultaneo, per esempio, di un pullman e di un’autovettura».

Ma la spiegazione, puntuale e precisa, non accontenta il consigliere Filippo Boscagli (Ncd). «Una marea di cittadini della zona ci sta contattando sbalordita dal cantiere che quasi a sorpresa ha iniziato i lavori; Con 10 parcheggi (regolari) in più, spariscono oltre 300 metri quadrati di verde, un patrimonio rarissimo nel contesto interno della città. Stupefacente che la Giunta Brivio, che sempre si vanta di ascoltare i cittadini, intervenga così pesantemente senza una sola assemblea pubblica. Ancor più incredibile pensare agli slogan dell’attuale amministrazione contro il cemento e vedere abbattere aree verdi oggi per una smania elettorale, in un periodo in cui vediamo partire in 2 mesi più cantieri che in tutti gli ultimi 5 anni».

Giacomo Zamperini di Fratelli d’Italia, però, non si scandalizza: «Quando si toglie del verde pubblico per fare spazio al cemento è sempre un dispiacere ed è sicuramente mancato il coinvolgimento dei cittadini del rione, ma tutti sanno quanto nella zona del viale Turati servissero nuovi parcheggi. Adesso che, dopo anni di nostre richieste inascoltate, vengono finalmente realizzati, qualcuno si strappa le vesti. Aspettiamo di vedere la fine dei lavori, ma il fatto che vengano realizzati nuovi parcheggi al posto di qualche ciuffo d’erba, troppo trascurato negli anni tanto da cadere nel degrado, non ci scandalizza affatto»

© RIPRODUZIONE RISERVATA