Vercurago, Spaccata al bar stazione  «Questo è il ventiquattresimo furto»
Il bar della stazione di Vercurago preso di mira dai ladri

Vercurago, Spaccata al bar stazione

«Questo è il ventiquattresimo furto»

Colpo da migliaia di euro in sigarette e articoli da fumo, hanno forzato la porta

Il titolare: «Hanno distrutto vetri e piastre, danno rivelante. In 28 anni è stato un continuo»

Colpo da migliaia di euro in tabacchi e articoli da fumo al bar della stazione di Vercurago san Girolamo in via IV Novembre.

Attorno alle 3,20 della notte tra giovedì e venerdì, tre malviventi, scesi da un furgone, hanno assaltato il bar che si affaccia proprio sui binari della Lecco-Bergamo.Prima, come risulta dal sistema di videosorveglianza e dalle immagini consegnate alle forze dell’ordine, hanno cercato di forzare la porta di ingresso che dà sui binari. Quindi, quando si sono resi conto che da lì non sarebbero riusciti a passare, hanno cominciato a lavorare sulla porta del porticato e dopo svariati tentativi, hanno avuto successo.

Tutto in pochi minuti

Nei pochi minuti successivi, una volta dentro, steso a terra un lenzuolo, vi hanno letteralmente svuotato la rastrelliera delle sigarette, arraffando anche trinciato, cartine e altri articoli da fumo.

«Il bottino - commenta sconsolato il gestore Andrea Matteis - è di qualche migliaia di euro. Ancora non ho fatto i conti. Chiaramente, sono assicurato ma l’assicurazione non copre tutti i danni che ho subito. I ladri hanno distrutto le piastre di due porte, danneggiato l’allarme e tante altre cose. Insomma, da un assalto come questo, si esce con le ossa rotte».

Ma il peggio è che, purtroppo per lui, Matteis non è nuovo a queste vicende. «Gestisco questo bar da 28 anni. Sono entrato in affitto dalle ferrovie quando di anni ne avevo 22. Oggi posso raccontare che quello dell’altra notte è il ventiquattresimo furto subito. Ho avuto una pausa di sei anni, in passato. Ma questo è il secondo colpo nel giro di appena sei mesi».I primi a intervenire, avvertiti dall’allarme, sono stati i carabinieri. Quindi, pochi minuti più tardi, direttamente dal letto, è arrivato anche Matteis.

Altri particolari su La provincia di Lecco in edicola sabato 16 ottobre


© RIPRODUZIONE RISERVATA