Una banda di ragazzini  devasta il parco giochi  Ripresi dalle telecamere
Uno dei giovanissimi vandali ripreso dalle telecamere durante il raid

Una banda di ragazzini

devasta il parco giochi

Ripresi dalle telecamere

Ponte Lambro: erano in sei, tutti con meno di 15 anni

e adesso il sindaco Pelucchi pensa a una pena educativa

Erano in sei, tutti di età inferiore ai 15 anni. Nel tardo pomeriggio sono andati al parco comunale Giosia Zappa, hanno devastato la porta di accesso dei bagni pubblici e hanno distrutto la telecamera che sorvegliava la zona. Pochi giorni dopo i baby vandali sono stati individuati dalla polizia locale: i contatti con le famiglie sono in corso, vista la giovane età è probabile che i responsabili riescano ad evitare una denuncia.

«L’episodio - spiega il sindaco Ettore Pelucchi - risale a qualche giorno fa, ma lo abbiamo reso pubblico solo ora che tutti i responsabili sono stati individuati dagli agenti della polizia locale. Sono coinvolti almeno sei ragazzini, residenti fra Ponte Lambro e il circondario, nessuno di loro supera i 15 anni».

La telecamera, insieme alle altre presenti in zona, è riuscita però a registrare tutto: l’analisi delle immagini, molto nitide, ha consentito agli agenti della polizia locale di identificare i responsabili e di avvisare le famiglie. Gli estremi per una denuncia ci sarebbero tutti, ma è probabile che i ragazzi riescano ad evitarla proprio alla luce della giovanissima età: non è escluso che il Comune e le famiglie trovino qualche altra modalità per rimediare ai danni.

L’articolo completo su La Provincia di sabato 9 novembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA