Ultimo dell’anno senza botti

«Prima di tutto il buonsenso»

Ribadita l’ordinanza del sindaco che vieta i petardi e fuochi

Multe fino a 500 euro, linea dura pure a Mandello e Valmadrera

Ultimo dell’anno senza botti «Prima di tutto il buonsenso»
Le strade di Lecco dopo un Capodanno: ma botti e fuochi artificiali sono vietati

Qualcuno storcerà il naso, altri si limiteranno ad abbozzare, ma qualcuno sicuramente tirerà dritto, in nome di una “tradizione” che vede anche il cielo lecchese colorarsi di fuochi d’artificio allo scadere della mezzanotte del 31 dicembre.

Anche quest’anno il Comune di Lecco ha deciso di emettere l’ordinanza contro l’utilizzo dei botti, al fine ovviamente di tutelare la pubblica incolumità e la sicurezza dei cittadini. E’ per questo motivo che l’amministrazione comunale, in vista dell’ormai imminente conto alla rovescia per l’inizio del nuovo anno, «richiama al buonsenso e ricorda che nei luoghi pubblici o aperti al pubblico è vietato assumere comportamenti che possano turbare la tranquillità e compromettere l’incolumità e la sicurezza dei cittadini».

Il riferimento è ovviamente a episodi di disturbo della quiete, danni alle cose e alle persone e incidenti che possono essere causati da fuochi ed esplosivi utilizzati per festeggiare l’arrivo del nuovo anno. Per questo motivo, dunque, il 31 dicembre e l’1 gennaio sarà vietato «usare o portare con sé materiale esplodente, accendere fuochi, far esplodere petardi, castagnole e simili e artifici esplodenti». A vigilare sul rispetto delle disposizioni saranno le forze dell’ordine, che potranno staccare multe da 25 a 500 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA