Trovata morta dopo due anni
«Pensavamo fosse in Liguria

Impossibile trovare i parentidella pensionata nata a Erba e morta in casa in solitudine

Trovata morta dopo due anni «Pensavamo fosse in Liguria
Marinella Beretta

Como

Fuori dal cancello della villetta dove abitava Marinella Beretta, la pensionata trovata morta in casa a oltre due anni dal malore fatale, ieri era un continuo via vai di telecamere delle televisioni nazionali. Il caso - raccontato per la prima volta su queste colonne sabato scorso, e poi ripreso dal resto della stampa italiana - è arrivato perfino sul tavolo del governo: «Quello che è accaduto alla signora Marinella Beretta a Como, la solitudine dimenticata, ferisce le coscienze. Ricordarne la vita è il dovere di una comunità che vuol restare unita. Abbiamo bisogno di non limitare gli orizzonti al privato e di tornare a curare i legami tra noi - ha detto la ministra alle Pari Opportunità e alla Famiglia Elena Bonetti , in un post su Facebook - Curarsi gli uni degli altri è l’esperienza delle famiglie, delle istituzioni, del nostro essere cittadini: nessuno deve restare solo».

La triste scoperta è stata fatta venerdì scorso. Dopo il forte vento di una settimana fa, una delle piante del giardino dove viveva la pensionata nata a Erba 70 anni fa si è spezzata finendo in mezzo alla via Comum Oppidum, stretta strada che collega via Isonzo con via D’Annunzio, tra Prestino e Como. I proprietari delle case di fronte, convinti che la signora Beretta avesse ormai da tempo cambiato casa, qualcuno aveva anche sentito dire che si era trasferita in Liguria, hanno cercato chi fosse il nuovo proprietario della villetta. È stato l’amministratore delle case di fronte al cancello dell’abitazione della pensionata a scoprire che anni fa la donna aveva venduto, con diritto di usufrutto (quindi le era stato consentito di restarci ad abitare), a un nuovo proprietario, uno svizzero.

Venerdì scorso l’uomo ha raggiunto la casa e ha confermato che da anni non aveva più notizie della donna. Così la polizia ha deciso di chiedere al magistrato di turno in Procura l’autorizzazione a entrare in casa, e sono così intervenuti i vigili del fuoco che hanno trovato il corpo senza vita della donna, seduto su una sedia in sala.

La Questura in questi giorni ha cercato di rintracciare dei famigliari o degli amici della pensionata, ma senza alcun successo. A ieri nessuno si era fatto avanti. Accertamenti sono in corso anche in Comune, al quale - in assenza di parenti - toccherà l’onore della sepoltura.

© RIPRODUZIONE RISERVATA