Tirano, il trenino rosso traino del turismo  Nel 2018 in città quasi 36mila viaggiatori
Il treno della tratta Tirano-Sankt Moritz è una manna per la città

Tirano, il trenino rosso traino del turismo

Nel 2018 in città quasi 36mila viaggiatori

Per l’esattezza 35.863 le persone che si sono rivolte all’Infopoint in piazza delle Stazioni. Negri, consorzio Terziere: «Numeri confortanti» - L’assessore Damiani: «Si sta lavorando bene».

Sono 35.863 i turisti che sono entrati all’Infopoint di Tirano o che ne hanno fruito i servizi. Un numero in netto aumento rispetto al 2017 quando i passaggi sono stati 30.398, a sua volta in incremento rispetto al 2016 che si era chiuso con 27.502 richieste. Quasi in linea, invece, il confronto con il 2015 quando si erano registrati 35.157 passaggi.

Sempre tanti stranieri

I dati vengono resi noti dall’Infopoint di Piazza delle stazioni di Tirano, gestito dal consorzio turistico Terziere Superiore. La premessa - doverosa - è che i dati non descrivono le presenze complessive della città di Tirano, in quanto non tutti i visitatori entrano all’ufficio turistico, ma comunque contribuisce a dare un’idea del clima frizzante e vivace della cittadina abduana.

Un altro aspetto interessante è legato all’internazionalità del flusso turistico che vede, soprattutto, d’estate una netta preponderanza di turisti stranieri. Dando un’occhiata ai dati mese per mese, si evidenzia che i mesi più gettonati sono i quattro estivi: giugno ha registrato 4.493 passaggi di cui 1.287 italiani e 3.207 stranieri, luglio 6.480 di cui 2.109 italiani e 4.371 stranieri, agosto 8.086 di cui 3624 italiani e 4.462 stranieri per finire con settembre con 4.525 di cui 1.204 italiani e 3.321 stranieri. Si stazionano sul migliaio di presenze, invece, gli altri periodi dell’anno mostrando come Tirano sia meta di turismo tutti e dodici i mesi. Gennaio 2018 si è chiuso con 1.332 passaggi (819 italiani, 513 stranieri), febbraio – il più contenuto – 975 (502 italiani, 473 stranieri), marzo 1.330 (610 italiani, 720 stranieri), aprile 1.548 (637 italiani, 911 stranieri), maggio 1.920 (502 italiani, 1.418 stranieri). Si prosegue con l’autunno: il mese di ottobre ha visto 1.924 visitatori (652 italiani, 1.272 stranieri), novembre 1.105 (788 italiani, 317 stranieri) per finire con dicembre 2145 (1.415 italiani, 730 stranieri).

«Sono dati confortanti - afferma il direttore del consorzio turistico Gigi Negri - e che confermano, ancora una volta, come sia il trenino rosso del Bernina a fare da ago della bilancia. I flussi di viaggiatori sulla “freccia rossa” sono stati da record nel 2015 ed anche il 2018 ha totalizzato grossi numeri, dunque in linea con l’ufficio turistico di Tirano che, essendo in piazza Delle Stazioni fra quella ferroviaria italiana e quella retica, è un punto di smistamento importante».

Lo sportello valido strumento

Un commento sul trend turistico viene anche dall’assessore al Turismo della Comunità montana di Tirano, Alessandro Damiani: «L’ufficio turistico di Tirano è uno dei più importanti della Valtellina ed è l’unico con un bacino internazionale costituito da oltre 55 nazioni rappresentate - dichiara l’assessore -. L’incremento del volume di lavoro dell’Infopoint dimostra come si stia lavorando bene, nonostante la congiuntura strutturale non sia delle migliori. Inoltre mi preme sottolineare la collaborazione che si è instaurata fra gli Infopoint dell’intero mandamento e nel circuito provinciale che proseguirà anche con progetti interni di condivisione delle esperienze».


© RIPRODUZIONE RISERVATA