Svizzera, no al referendum  sull’abolizione del canone radio tv
La Svizzera mantiene il canone tv

Svizzera, no al referendum

sull’abolizione del canone radio tv

L’iniziativa è stata respinta con il 69% dei voti

Gli svizzeri hanno scelto di mantenere il canone radio tv. In tutti i 12 cantoni in cui è stato concluso lo spoglio dei voti, l’iniziativa è stata respinta. La proporzione di No è del 69,47% (65% in Ticino).

Al termine di una lunga e infuocata campagna, il responso del popolo svizzero si profila dunque chiaro e compatto: non appaiono divisioni tra le regioni linguistiche del Paese. L’iniziativa non ha trovato grazia nemmeno in Ticino, dove alla vigilia fautori e oppositori sembravano gomito a gomito: nel cantone italofono è stata spazzata via con il 65,5% di no.

Se il risultato nazionale si confermasse, il rifiuto popolare andrebbe oltre quello espresso nei sondaggi gfs.bern/SSR: nell’ultimo, pubblicato dieci giorni fa, si era collocato al 65%.


© RIPRODUZIONE RISERVATA