Spaccio ad Albavilla  Incastrato dalla polizia
Investigatori della Squadra mobile della polizia di Stato

Spaccio ad Albavilla

Incastrato dalla polizia

Pusher scoperto a seguito della indagini della squadra mobile: altri quantitativi di droga sono stati trovati nella sua abitazione

Gli uomini della Squadra mobile lo tenevano monitorato, e seguivano le sue mosse passo a passo, fino a quando non lo hanno sorpreso a cedere una dose ad un cliente. Così le manette sono scattate ai polsi di un uomo residente ad Albavilla.

È nella centrale piazza Garibaldi che martedì lo hanno incastrato i poliziotti, subito dopo la vendita di 0,7 grammi di cocaina per 50 euro. Le sue mosse sono state peraltro immortalate dalle telecamere attive in paese, e quelle immagini fanno parte del fascicolo contro di lui, per detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti.

Addosso, secondo quanto risulta alla Questura, aveva 3,5 grammi di cocaina, già suddivisi in dosi, due banconote da 50 euro, mentre a casa gli sono stati trovati 0,80 grammi di eroina e altri 6 grammi di hascisc. Oltre a un bilancino di precisione.

Il suo arresto è stato convalidato ieri mattina in tribunale a Como dal giudice Emanuele Quadraccia, che ha poi disposto la sua remissione in libertà, con il solo obbligo di firma, in attesa del processo con rito direttissimo (il suo legale ha chiesto i termini a difesa), che sarà celebrato il 29 gennaio. Non accolte dunque le richieste del pm d’udienza Giuseppe Parrinoche chiedeva la detenzione in carcere per pericolo di reiterazione del reato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA