Sondrio, picchia e violenta un’anziana  Condannato a 8 anni e 10 mesi
Il magistrato Pietro Della Pona ha presieduto il collegio giudicante

Sondrio, picchia e violenta un’anziana

Condannato a 8 anni e 10 mesi

Era entrato in casa sua, l’aveva immobilizzata e picchiata. Per la difesa mancavano le prove, per i giudici è gravemente colpevole

Un uomo di 41 anni di Berbenno è stato condannato a 8 anni e dieci mesi di reclusione per violazione di domicilio, lesioni personali e violenza sessuale. Il 13 luglio del 2017, secondo l’accusa, l’uomo avrebbe approfittato della porta di casa lasciata aperta, per il caldo estivo, per introdursi nella casa di una 69enne di Sondrio con difficoltà di deambulazione. Al tentativo della signora di mandare via l’ospite indesiderato e chiudere la porta, il 41enne avrebbe reagito colpendola violentemente con pugni al viso e alla testa e compiendo abusi sessuali su di lei. Era poi fuggito ma per evitare che la donna riuscisse a lanciare subito l’allarme, staccò il telefono fisso. Il collegio giudicante ha giudicato il 41enne colpevole dei reati contestati e lo ha condannato. L’uomo è stato anche dichiarato interdetto in perpetuo dai pubblici uffici ed in stato di interdizione legale per la durata della pena. Infine, dovrà risarcire la vittima: il danno è stato stabilito in 10 mila euro.

Il collegio giudicante - presieduto Pietro Della Pona (a latere Antonio De Rosa e Barbara Della Nave) - non ha concesso attenuanti e ha considerato le numerose aggravanti (oltre alla violenza sessuale c’erano le lesioni e la violazione di domicilio) e la recidiva. Il conteggio si è fermato a 8 anni e 10 mesi. La difesa ha cercato di sostenere la mancanza di prove nei confronti dell’imputato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA