Sondrio piange Enzo Azzola

imprenditore nello Sri Lanka

Si è spento in terra asiatica l’intraprendente operatore nel settore del turismo molto conosciuto in città.

È mancato nei giorni scorsi nel lontano Sri Lanka, Enzo Azzola, uno dei numerosi valtellinesi che hanno trovato la sua strada e l’affermazione professionale lavorando molto lontano da casa. Di famiglia sondriese, classe 1945, aveva ben presto scelto di operare nel turismo e a cominciare dall’inizio degli anni ’70 era titolare di un’agenzia, che per anni ha operato a Milano in Piazza Duca d’Aosta.

Imprenditore dinamico, sempre alla ricerca d’idee nuove, all’inizio degli anni ’80 ha deciso di costruire un villaggio turistico in una zona lontanissima, nello stato dello Sri Lanka, a sud dell’India, in passato meglio identificato come isola di Ceylon. Iniziativa che ha avuto fortuna, ma che un ventennio più tardi sembrava essere stata stroncata dal terribile Tsunami, che nel 2004 ha provocato migliaia di morti e distrutto ampie zone costiere di varie nazioni dell’Asia meridionale.

Il suo villaggio è stato letteralmente spazzato via, ma Azzola non si è perso d’animo e l’ha ricostruito e ampliato rispetto alla prima realizzazione. «Sto bene, qui da noi per fortuna nessuna vittima», aveva raccontato il 27 dicembre del 2004 al nostro giornale. Il suo villaggio era situato su un promontorio a tre chilometri dal fronte sud dello Sri Lanka, a 180 chilometri dalla capitale Colombo.

Di recente, principalmente per motivi di salute, aveva ceduto la sua attività a imprenditori cinesi. Negli ultimi anni ha fatto la spola tra il paese asiatico, Milano dove risiede la famiglia e Sondrio, dove ha lasciato fratelli e sorelle, oltre a tanti amici che in questi giorni lo stanno ricordando con manifestazioni di cordoglio e vicinanza.

Di carattere estroverso, Enzo sentiva profondamente la sua appartenenza al nostro territorio e compatibilmente con i suoi impegni di lavoro, non mancava di partecipare e vivacizzare anche gli incontri con i coscritti. La sua salma sarà rimpatriata, ma non è ancora stata resa nota la data della cerimonia funebre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA