Sei cuccioli spariti o seviziati a morte  Indagata presunta serial killer dei gatti
La donna denunciata si faceva dare in affidamento i gatti

Sei cuccioli spariti o seviziati a morte

Indagata presunta serial killer dei gatti

Calolziocorte, La Procura di Lecco ha aperto un’inchiesta

Due cuccioli morti, uno scomparso, uno salvato in extremis: è la sorte toccata a quattro gatti affidati a una donna di 41 anni, A.T., originaria di Milano ma residente nell’area del calolziese, denunciata da Enpa per uccisione e maltrattamento di animali e per questo indagata dalla Procura di Lecco.

Una gatta l’hanno trovata morta per ipotermia. Un’altra, Stellina, è deceduta in seguito a una rottura epatica, causata, si ipotizza, dalle percosse.

Di un altro gatto si sono perse le tracce, mentre un quarto, ribattezzato Salvo è stato soccorso in extremis e sequestrato poco prima che potesse subire la sorte degli altri tre.

L’ipotesi di una morte violenta dei felini, riconducibile cioè a cause non naturali, è confermata anche dai veterinari che hanno esaminato il corpo dei poveri animali.

A rendere la situazione ancora più allarmante è il fatto che la 41enne, nonostante sia sotto indagine e nonostante sia stata destinataria di un provvedimento di sequestro preventivo, continuerebbe anche in queste ore a farsi affidare dei cuccioli di gatto.



© RIPRODUZIONE RISERVATA