Martedì 07 Ottobre 2014

Quando la traduzione fa ridere
Ecco il burro “per cannibali”

La confezione di burro che suscità ilarità in Italia

Non vi sono dubbi. Sulla vaschetta di burro bio da 250 grammi, in vendita ai supermercati Migros a 6 franchi e 90 (5 euro e 50) c’è proprio scritto “Burro per arrostire svizzeri”. La curiosità sta rimbalzando di sito in sito.

La dicitura in italiano, come spesso accade in Svizzera, è una traduzione dal tedesco fatta oltre Gottardo da qualcuno che non è di madrelingua italiana. Non è infatti infrequente trovare traduzioni con errori marchiani di italiano sulle etichette elvetiche, anche reiterati per anni.

In questo caso, la dicitura in tedesco è inappuntabile. Solo che “Schweizer Bratbutter” in italiano andrebbe tradotto con “Burro svizzero per arrostire”. Questo prodotto infatti è burro chiarificato, cioè è quello privato delle proteine del latte. Un po’ caro, ma ideale per arrostire. Dalla traduzione invece sembra che il prodotto sia adatto per rosolare a puntino i cittadini confederati.

© riproduzione riservata