Scontri allo stadio  Critiche dal sindacato di polizia  «Rischio sottovalutato»
Como scontri tra polizia e tifosi del Calcio Como dopo il derby con Varese (Foto by Andrea Butti)

Scontri allo stadio

Critiche dal sindacato di polizia

«Rischio sottovalutato»

Secondo il sindacato Sap i disordini potevano essere evitati se fossero stati ascoltati i suggerimenti delle forze di polizia

La segreteria provinciale del Sap, sindacato autonomo di polizia, in una nota «elogia il comportamento delle forze dell’ordine, che con il loro operato professionale hanno impedito che la “guerriglia urbana” penetrasse nel centro cittadino provocando danni maggiori di quelli già provocati».

Ma, si legge, «deve necessariamente evidenziare che il disagio provocato alla città ed il ferimento di due appartenenti alle forze dell’ordine potevano essere evitati grazie a una più attenta valutazione, da parte delle istituzioni preposte (l’Osservatorio nazionale sulle manifestazioni sportive e prefetto), della delicatezza e pericolosità dell’evento calcistico».

«Lo storico e conosciuto “odio campanilistico” fra le due tifoserie consigliava di disporre il divieto per la tifoseria del Varese di partecipare o la richiesta al Ministero dell’Interno dell’invio a Como di un consistente contingente di forze di polizia in rinforzo a quelle territoriali.

Auspichiamo che in futuro le valutazioni afferenti alla responsabilità competenti per la gestione dell’ordine pubblico tengano in debita considerazione i “suggerimenti” che le forze dell’ordine operanti sul campo sono in grado di esplicitare, senza sottovalutarne la portata».

La Segreteria Provinciale del S.A.P. di Como auspica che in futuro le valutazioni afferenti alla responsabilità competenti per la gestione dell’ordine pubblico tengano in debita considerazione i “suggerimenti” che le Forze dell’Ordine – operanti sul campo – sono in grado di esplicitare senza sottovalutarne la portata.

© RIPRODUZIONE RISERVATA