Schianto con un furgone a Biassono  Motociclista di Garbagnate in rianimazione
La moto guidata da Fazzi dopo l’incidente

Schianto con un furgone a Biassono

Motociclista di Garbagnate in rianimazione

Si trova al San Gerardo di Monza e le sue condizioni appaiono in miglioramento «La dinamica del frontale sembra già chiara». Ritirata la patente all’autista dell’altro veicolo

Si trova ricoverato da 36 ore nel reparto di rianimazione del San Gerardo di Monza, ma non sarebbe a rischio vita. Simone Fazzi, 33 anni, meccanico residente a Garbagnate Monastero, nel pomeriggio di giovedì è rimasto vittima con la sua moto di un gravissimo incidente stradale avvenuto a Biassono, in provincia di Monza. Trasportato d’urgenza all’ospedale ha riportato fratture multiple. Al momento si trova intubato e sedato, nel reparto di terapia intensiva, ma le sue condizioni appaiono in leggero miglioramento.

Erano le 16 quando la moto su cui viaggiava stava procedendo in direzione di Vedano al Lambro. Una volta giunto all’incrocio fra via dei Gelsi e via dei Tigli, si è improvvisamente trovato davanti un furgone bianco della Citroen che aveva appena svoltato a sinistra.

L’impatto è stato inevitabile e il motociclista è finito sbalzato in aria, ricadendo prima sul parabrezza del furgone e poi battendo violentemente sull’asfalto. Il giovane avrebbe perso i sensi, a causa delle gravissime ferite riportate nell’impatto.

L’articolo completo sull’edizione odierna de La Provincia di Lecco


© RIPRODUZIONE RISERVATA