Scandalo Sanità, per Rizzi

una Ticino Connection

Secondo il sito svizzero Ticino on line il consigliere leghista era consulente in un istituto privato di Chiasso dove aveva sede anche una società di odontoiatria che faceva capo a Maria Paola Canegrati, anche lei arrestata nell’inchiesta di Monza

Scandalo Sanità, per Rizzi una Ticino Connection
Il consigliere regionale Fabio Rizzi, l’”uomo forte”di Maroni della sanità lombarda

Fabio Rizzi, il consigliere regionale della Lega Nord (residente a Faloppio) arrestato con altre 20 persone nell’ambito dell’ inchiesta su una presunta corruzione nella sanità lombarda, era conosciuto anche oltreconfine: secondo il sito Ticino on line c’è una Ticino-connection («non giudiziaria, per ora» avverte ) che porta a un indirizzo preciso: via Livio 12 a Chiasso.

«Qui - secondo Ticino on line -, l’ex senatore della Lega Nord è stato fino a pochi giorni fa consulente scientifico di un istituto para-universitario privato. Rizzi tuttavia, fa sapere la direzione dell’ateneo, avrebbe “da poco rassegnato all’istituto le proprie dimissioni a seguito di un recente articolo” pubblicato da tio.ch/20minuti in merito all’istituto in questione. A Chiasso il ruolo del politico italiano – di formazione medico – sarebbe stato tuttavia puramente di consulenza esterna. Ma c’è una coincidenza curiosa: allo stesso numero civico di via Livio, infatti, ha sede anche un’azienda odontotecnica di proprietà nientemeno che della dottoressa Canegrati». La “dottoressa Canegrati” citata dai ticinesi altro non è che Maria Paola Canegrati, l’imprenditrice nel settore odontoiatrico capofila - secondo i pm - di un’associazione a delinquere e «amministratrice di diritto e di fatto di un complesso sistema societario attivo nel campo dell’odontoiatria». il “sistema Canegrati” di cui avrebbero beneficiato oltre a Rizzi, il suo braccio destro Mario Longo e la compagna di Rizzi.

Secondo il sito svizzero inoltre una ditta odontoiatrica ticinese, che fa capo a un ex socio della Canegrati, sarebbe stata ostacolata negli appalti in Lombardia.

Altre notizie e approfondimenti su La Provincia in edicola giovedì 18 febbraio

© RIPRODUZIONE RISERVATA