Santa Giustina a Casatenovo        Una beffa per i disabili
La chiesa di Santa Giustina affonda le proprie origini fino a poco dopo l’anno Mille

Santa Giustina a Casatenovo

Una beffa per i disabili

La Soprintendenza ha detto “no”

alla pedana per le carrozzine

Restauro con beffa per la chiesina di Santa Giustina.

L’amministrazione comunale di Casatenovo, che ne è proprietaria, da tempo è all’opera per giungere a una completa ristrutturazione: l’obiettivo è di aprirla al pubblico in maniera definitiva.

Nei programmi del municipio c’era anche l’abbattimento delle barriere architettoniche. L’idea era di realizzare una rampa per i disabili in modo da rendere la chiesa facilmente accessibile anche a chi si muove su una carrozzina

Ma un veto della Soprintendenza (la chiesa è un bene storico vincolato) costringe il Comune a rivedere i piani.

La rampa, secondo la Soprintendenza, avrebbe modificato in modo troppo radicale l’aspetto della chiesina; quindi il municipio dovrà ripiegare su una rampa mobile, da posizionare di volta in volta in occasione delle aperture e a richiesta dei visitatori con difficoltà di deambulazione.

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA