“Sagra de Pescarenech”  Palio alla contrada Piscen
Monsignor Davide Milani con Stefano Paindelli

“Sagra de Pescarenech”

Palio alla contrada Piscen

Secondo posto per lo Stradun e terzo a parimerito per Isula ed Era

La contrada Piscen di Pescarenico si è aggiudicata il palio delle contrade nell’ambito della 35esima edizione della “Sagra de Pescarenech”.

La proclamazione è avvenuta durante la messa celebrata dal prevosto monsignor Davide Milani che ha consegnato il riconoscimento a Stefano Paindelli, il rappresentante più giovane della contrada.

Primo posto per la contrada Piscen con 45 punti frutto di una serie di vittorie nelle varie prove dalle gare di bocce a quelle di boccette e biliardo a stecca. Secondo posto per lo Stradun con 33 punti, e terzo posto a parimerito con 32 punti per le contrade di Isula ed Era.

Seguono con 31 punti le contrade di Cücagna e Cunvent che hanno gareggiato insieme, il Fussaa e la contrada di Sant’Ambrös. Ultimo posto per il Biun con 29 punti.

La manifestazione ha raccolto tanti consensi grazie al gruppo dei volontari che si è dato da fare per organizzare al meglio l’iniziativa, e alla buona partecipazione di pubblico oltre a musica e buona cucina.

L’esordio della sagra è datato 1977, quando in una teca viene trovata una vecchia pergamena, dove si legge che domenica 17 giugno del 1600, Filippo Archiniti, vescovo di Como, aveva consacrato l’attuale chiesa di Pescarenico e l’altare dedicato alla Vergine Immacolata, con una grande festa che aveva riunito molti fedeli.

E proprio dal ritrovamento di quella pergamena nasce l’idea di festeggiare, ogni anno, tra fine giugno e inizio luglio, la sagra del rione. I primi anni va tutto alla grande, poi purtroppo i volontari sono sempre meno, e per alcuni anni la sagra non viene organizzata. Riprende in anni più recenti grazie ad un gruppo di volontari.


© RIPRODUZIONE RISERVATA