Sacco rosso a Merate  Uno su quattro non lo ha ritirato
Sono ancora moltissimi i kit che aspettano di essere ritirati

Sacco rosso a Merate

Uno su quattro non lo ha ritirato

La novità entra in vigore a partire dal 1° luglio

Nuove distribuzioni per i ritardatari

Dal primo luglio, i rifiuti indifferenziati a Merate potranno essere smaltiti solo utilizzando il sacco rosso.

Nella stessa data, inoltre, partirà anche l’obbligo di utilizzare il sacco azzurro, destinato allo smaltimento dei pannolini per i bambini e dei pannoloni e ausili sanitarii per anziani e disabili.

Tuttavia, sono ancora numerose le famiglie che non hanno ritirato la propria fornitura e che, di fatto, fra tre settimane, si troveranno nella impossibilità tecnica di smaltire i rifiuti indifferenziati.

Con l’inizio del prossimo mese, infatti, gli addetti di Silea non raccoglieranno più i sacchi trasparenti perché non conformi.

Per quello che riguarda la utenze domestiche, che a Merate sono 7.029, solo il 75,26% ha provveduto a passare in municipio. V a anche peggio tra le utenze non domestiche, che comprendono principalmente gli esercizi commerciali. In questo caso, la percentuale di chi ha ritirato la propria scorta si ferma a un misero 43,55%, dal momento che soltanto 358 utenze su 822 hanno avuto il sacco rosso da 110 litri.

La fornitura di sacchi rossi potrà quindi essere ritirata in municipio oggi dalle 9 a mezzogiorno. Quindi giovedì 10 giugno dalle 16 alle 19 e sabato 12 e martedì 15 dalle 9 alle 12.

L’articolo completo sul giornale in edicola domani, martedì 8 giugno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA