Venerdì 20 Settembre 2013

Riscaldamento con i rifiuti

ma si deve bruciare di più

Gli impianti del forno inceneritore di Valmadrera
(Foto by foto Cardini)

Valmadrera - Riprenderanno durante l’autunno le verifiche sul campo per sondare la fattibilità del sistema di teleriscaldamento che la società Silea potrebbe attivare a partire dall’inceneritore dei rifiuti, raggiungendo anzitutto uffici pubblici e poi anche condomini.

Finora sono state svolte 250 interviste sul campo, per sondare l’interesse; al termine della campagna se ne dovranno attuare altre 750.

«L’inchiesta però – informa il direttore di Silea, Marco Peverelli – è stata già sospesa su Civate: qui l’esito è risultato immediatamente negativo, infatti le proprietà comunali sono rare e troppo sparse per poter essere servite in modo efficace ed economicamente soddisfacente».

Sfuma pertanto anche per i condomini (che qui non sono pochi) l’eventualità d’allacciarsi e dismettere decine di caldaie autonome o vecchi impianti centralizzati.

Tutti i dettagli nel servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola sabato 21 settembre.

© riproduzione riservata