“Rent a bike” fa sempre più business
Iniziative e dati presentati ieri nel corso dell’incontro in Camera di commercio (Foto by foto gianatti)

“Rent a bike” fa sempre più business

Turismo sostenibile: il servizio delle biciclette a noleggio nel 2017 ha fruttato 30mila euro, 19mila nel 2016. La Fondazione di Sviluppo Locale investe altri 22mila euro per migliorare ancora attrezzature e promozione.

La bicicletta sta diventando un mezzo sempre più apprezzato dai turisti per andare alla scoperta delle bellezze e dei percorsi in mezzo alla natura di Valtellina e Valchiavenna e proprio per questo enti e operatori del settore turistico si stanno attrezzando per rendere l’offerta in tal senso sempre più appetibile e di qualità.

Merito anche della rete territoriale “Rent a bike”, promossa e finanziata dalla Provincia di Sondrio, dalla fondazione Cariplo, dal distretto culturale della Valtellina e dalla Camera di commercio e che ha nell’associazione sportiva dilettantistica ValtBike e nel Consorzio Turistico di Tirano i soggetti che operano come referenti primari sul territorio. Lunedì, nel corso di un incontro tenutosi alla sala Martinelli della Camera di Commercio di Sondrio proprio insieme agli operatori della rete territoriale “Rent a bike” sono state presentate le novità relative a questo 2018.

Proprio per i soggetti aderenti a “Rent a bike” sono state messe a punto tre uscite: la prima, il 9 aprile vedrà una pedalata di 20 chilometri al Pian di Spagna e al lago di Novate Mezzola con due soste per visitare il Museo dello Scalpellino e la Galleria della Mina; il 7 maggio si recupererà, invece, l’uscita a Poschiavo, rinviata l’anno scorso, e i partecipanti potranno visitare il borgo della località svizzera ed effettuare una breve crociera sul lago, mentre la pedalata sarà di circa otto chilometri; infine, l’1 ottobre si pedalerà tra Sondrio e Ponte in Valtellina lungo la Via dei Terrazzamenti e il Sentiero Valtellina e con soste in una cantina e nelle attività di maneggio e rafting presenti lungo il percorso.

«Si tratta - ha sottolineato Tamara Della Vedova, della Fondazione di sviluppo locale - di escursioni e uscite che poi possono essere riproposte anche dagli operatori del settore turistico e che consentono di andare alla scoperta del nostro territorio: non si tratta solo di un servizio di noleggio di biciclette, ma anche di accompagnamento di famiglie e gruppi».

Le iniziative di questo 2018 (per le quali è necessaria l’iscrizione compilando il modulo disponibile sul sito della Fondazione di sviluppo locale) seguono la falsariga di quelle realizzate nel 2017: un anno molto positivo per il servizio come dimostrano i numeri.

Sono stati effettuati, infatti 2.292 noleggi che hanno fruttato quasi 30mila euro di introiti: nel 2016 i noleggi erano stati 1.558 e gli incassi di poco più di 19mila euro, dunque l’incremento dell’anno scorso si è attestato rispettivamente al 47% e al 50% circa. Proprio nel 2017, poi, la Fondazione di Sviluppo Locale ha investito nel servizio “Rent a bike” 22mila euro, di cui 15.835 per nuove attrezzature e la realizzazione di materiale e attività di promozione.

Sempre l’anno scorso, inoltre, sono state cinque le iniziative rivolte agli operatori del settore da parte dei soggetti coinvolti in “Rent a bike”: l’uscita lungo la Mera con 28 partecipanti e il Blog Digital Tour realizzato in collaborazione con Valtellina Turismo, che ha coinvolto sei giornalisti, nello scorso mese di giugno; la partecipazione al Festival sul cicloturismo a Pavia a settembre; l’uscita in bici tra Bormio e Grosio a ottobre; e, a novembre, la visita di una delegazione dell’Azerbaijan nella zona di Sondrio e della Via dei Terrazzamenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA