Raduno degli Alpini a Colico  In ricordo di Nikolajewka
Arriveranno in paese un centinaio di gruppi provenienti dalla Lombardia e da altre regioni

Raduno degli Alpini a Colico

In ricordo di Nikolajewka

Domenica 2 febbraio le penne nere commemorano la battaglia in Russia

Deviazioni e stop sulla Sp 72 per consentire l’ammassamento e la sfilata

Domenica torna a Colico la commemorazione dell’anniversario di Nikolajewka che vuole ricordare il sacrificio degli Alpini caduti durante la battaglia che si è svolta il 26 gennaio 1943 in terra di Russia ed, insieme, i Caduti di tutte le guerre.

A Nikolajewka le penne nere scrissero l’ultimo capitolo di una delle storie militari più conosciute dell’esercito italiano: l’eroico ripiegamento dal fronte russo durante la Seconda guerra mondiale.

La cerimonia si ripete per la settantasettesima volta e vedrà la presenza dei vessilli di numerose sezioni Ana e di un centinaio di gruppi provenienti dalla Lombardia e dalle regioni limitrofe.

Saranno presenti inoltre un picchetto armato del 5° Reggimento Alpini di Vipiteno con il loro comandante, il colonnello Massimiliano Gualtieri; poi la Fanfara alpina di Asso e la Fanfara alpina “Alto Lario”.

L’evento prevede l’ammassamento dei partecipanti alle 9.30 nel piazzale della stazione di Colico. Seguiranno l’alzabandiera in piazza 5° Alpini e successivamente la messa che sarà concelebrata dal cardinale Francesco Coccopalmerio, membro del Supremo tribunale della Segnatura apostolica e del Pontificio consiglio per la promozione della nuova evangelizzazione, dal parroco colichese don Lucio Fasoli e dal cappellano della sezione Ana “Alto Lario” padre Ludovico Valenti.

La messa sarà accompagnata dai canti del coro “Musica Viva” diretto dal maestro Giorgio Senese.

La cerimonia proseguirà con la sfilata lungo le vie cittadine, con la deposizione della corona d’alloro ai Caduti e con gli interventi del sindaco Monica Gilardi, del vicario del prefetto di Lecco Laura Motolese, del presidente nazionale Ana Sebastiano Favero e del neo presidente della sezione di Colico Stefano Foschini.

Saranno presenti rappresentanti dell’arma dei carabinieri, della polizia di stato e della guardia di finanza oltre che i componenti dell’Unità di Protezione civile della sezione Alpini “Alto Lario” e del Gruppo comunale di Colico e Dorio.

Parteciperanno inoltre i presidenti ed i sindaci delle province di Lecco, Como e Sondrio e delle comunità montane del territorio, i rappresentanti delle associazioni d’arma e civili, gli istituti scolastici del colichese ed i gonfaloni di Regione, province e comune.

Durante l’ammassamento in stazione verrà deviato il traffico dalla Sp 72 sulla viabilità comunale e per il periodo del passaggio della sfilata, poco dopo le 11, verrà invece interrotto per una decina di minuti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA