Primo Consiglio il 29 giugno  La Giunta? Ancora in alto mare
Brivio esulta per la vittoria, tra Corrado Valsecchi (a destra) e il segretario cittadino del Pd Giovanni Fornoni

Primo Consiglio il 29 giugno

La Giunta? Ancora in alto mare

Brivio: «Mi sembra giusto renderlo operativo quanto prima». Confindustria risponde all’appello: lunedì proposte per l’assessore giusto

«Mi sembra utile accelerare e rendere operativo il Consiglio comunale quanto prima».

Sulla spinta di questa urgenza il sindaco Virginio Brivio ha fissato la data della prima assemblea per lunedì 29 giugno .Avrebbe potuto prendersi qualche giorno ancora - il termine di convocazione scadrebbe infatti il 6 luglio - ma confida di chiudere il cerchio della complessa operazione di composizione della giunta entro la fine della settimana prossima.

Un ottimismo dettato dalla consapevolezza di essere già a buon punto? «Mica tanto, siamo ancora all’inizio, diciamo che abbiamo appena terminato il primo giro di consultazione con le liste», confessa.

Il sindaco ha tirato in ballo le associazioni imprenditoriali e sindacali invitate entro lunedì a inviare suggerimenti su chi potrebbe con profitto occuparsi dei problemi di Lecco. E Confindustria si è già fatta avanti. Ha risposto all’appello: manderà entro i termini richiesti la sua lista di nomi, o il nome di un possibile gradito assessore. Intanto questo fine settimane pausa di riflessione. «Ho bisogno di una battuta di arresto per tirare le somme». Domani del resto i signori Brivio, Augusta e Virginio, festeggiano 28 anni di matrimonio: una passeggiata in montagna nel silenzio e nell’intimità degli affetti è utile secondo il sindaco a fare decantare i nodi irrisolti e magari alla fine chissà che non spunti la soluzione giusta.

Nel primo Consiglio oltre alla presentazione della giunta e alla convalida degli eletti c’è anche da eleggere il presidente del Consiglio. Cinque anni fa Alfredo Marelli non aveva ottenuto subito la maggioranza dei due terzi, ed era stato eletto in seguito con la maggioranza semplice dei consensi. Brivio stavolta spera di riuscire nel colpo grosso di raccogliere un largo consenso sul candidato, operazione che richiede un lavoro preventivo di concertazione con le liste: «Sarebbe un bel segnale». L’imprimatur di un atteggiamento collaborativo di maggioranza e opposizione, viatico per la l’amministrazione Brivio 2.0.


© RIPRODUZIONE RISERVATA