Premana, rifugio alla malga Ariale  Tre ragazzi vincono la scommessa
La malga Ariale diverrà un rifugio escursionistico

Premana, rifugio alla malga Ariale

Tre ragazzi vincono la scommessa

L’impresa di Lucia Vergassola, Davide Baron Toaldo e Lorenzo Fortunato, classe 1994

Realizzeranno camere e attività integrative. Da luglio aperto tutti i giorni, in inverno nei weekend

Tre i progetti proposti per la gestione della malga di Ariale e la commissione ha scelto quello di Lucia Vergassola, Davide Baron Toaldo e Lorenzo Fortunato, tre giovani del 1994.

Ha prevalso la valutazione del progetto gestionale di quello che diventerà un rifugio escursionistico che ha ottenuto trentacinque punti cinque in più rispetto alla proposta dell’azienda agricola “A. G. Piante e giardini” di Alessandro Galimberti di Pontelambro mentre il terzo partecipante Christian Cedro di Premana ha totalizzato quindici punti in meno, pur avendo il bonus dei dieci spettanti a chi aveva la residenza.

La gara

L’offerta più alta del canone annuale, 8.700 euro, è stata di “A. G. Piante e giardini” rispetto agli 8mila euro base degli altri due così i vincitori hanno ottenuto 82,58 punti, l’azienda agricola 80 punti ed il terzo 67,%8.

«Sono tre giovani, – riferisce il sindaco Elide Codega – due di Parma ed una ragazza di La Spezia che già gestiscono rifugi da dipendenti ed hanno avuto anche esperienze all’estero. Il loro progetto è molto interessante. Hanno costituito una società e l’intenzione è di iniziare a giugno a sistemare, con l’idea di poter aprire ad inizio luglio. Hanno intenzione di realizzare anche della camere».

Il rifugio escursionistico sarà aperto undici mesi all’anno, da maggio ad ottobre tutti i giorni ed il resto dell’anno nei week end, tranne il mese di novembre.

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola domenica 30 maggio


© RIPRODUZIONE RISERVATA