«Niente Ebola. Coccolato a Mariano, ora rientro»
Paolo Setti Carraro, rimasto in isolamento in una casa a Mariano

«Niente Ebola. Coccolato a Mariano, ora rientro»

Il medico Paolo Setti Carraro ha concluso il periodo di isolamento in città

«Ho letto, lavorato, ascoltato musica e visto film, ma ero preoccupato per mia figlia»

«Sono rientrato a Milano a casa mia, sto bene e finalmente posso restare con la mia famiglia».

Il medico Paolo Setti Carraro , che fino a poche settimane fa lavorava in Sierra Leone per Medici con l’Africa Cuamm, è uscito dal periodo di quarantena per scongiurare un suo contagio di Ebola. In questo periodo, 21 giorni scaduti ieri, il medico è stato costretto in isolamento in una casa a Mariano, di proprietà del cognato. Setti Carraro era stato a contatto, in Africa, con persone che a loro volta avevano avuto contatti con malati di Ebola. Il rischio che anche lui potesse essere stato contagiato esisteva.

«Sto bene, mi hanno monitorato al telefono almeno due volte al giorno e la gestione di controllo della mia salute fatta dalla Regione con il ministero e la Farnesina ha funzionato - dice Setti Carraro - In Italia i protocolli funzionano e, anche se le persone che tornano dalle zone africane contagiate sono destinate ad aumentare, non bisogna creare allarmismi, i controlli ci sono».

Tutti i dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola mercoledì 5 novembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA