Migranti tra cortei e tensione  Slitta l’apertura del campo
L’arrivo degli ultimi moduli abitativi ieri in via Regina (Foto by Butti Pozzoni)

Migranti tra cortei e tensione

Slitta l’apertura del campo

Il centro temporaneo non sarà pronto per il 15 settembre, quando ci sarà anche la manifestazione del gruppo “Solidali dell’infopoint”

Sarà una settimana cruciale sul fronte migranti. Da una parte c’è il centro temporaneo che doveva aprire il 15 settembre, ma che è in ritardo di qualche giorno. Dall’altra le manifestazioni organizzate dai vari gruppi.

Nei prossimi giorni, in piazza scenderanno tutti: dalla Lega a Como senza Frontiere passando per i “solidali italiani” e Fratelli d’Italia.

Apre le danze domani la rete Como senza frontiere con la sua quarta marcia per i nuovi desaparecidos. L’appuntamento è in piazza Volta dalle 18 alle 19. A seguire, con concentramento dalla stazione San Giovanni alle 19.30, partirà un corteo organizzato dai “solidali dell’infopoint” in esplicita opposizione al centro di accoglienza temporaneo collocato in via Regina Teodolinda. Non è dato sapere con certezza, al momento, se alla manifestazione parteciperanno persone provenienti da fuori città e appartenenti alla cosiddetta galassia no borders.

Tutti i dettagli sul quotidiano La Provincia in edicola mercoledì 14 settembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA