Mercato auto in crescita   Bene i veicoli commerciali
Lo staff di Iperauto, concessionario con punti vendita nelle province di Lecco, Como, Sondrio e Bergamo

Mercato auto in crescita

Bene i veicoli commerciali

I numeri del bilancio 2015 del concessionario Iperauto

«Vendite aumentate del 25%, abbiamo potuto assumere dieci persone»

«Sono orgoglioso di guidare una struttura come la nostra. In questo 2015 abbiamo ottenuto risultati notevoli e tutto questo sarebbe stato impossibile senza di voi».

Con queste parole Bruno Parolini, titolare di Iperauto, si è rivolto a tutti i suoi 130 dipendenti, riuniti al Griso a Malgrate per la cena di Natale, che ha visto presenti tutte le maestranze della concessionaria. Una conviviale che è servita alla famiglia Parolini per rendere noti i risultati di questo 2015 e tracciare le linee guida del prossimo anno.

Alla cena, oltre alle maestranze, hanno partecipato, tra gli altri, Luca Caracciolo, direttore vendite auto Ford Italia, Marco Buraglio, direttore vendite veicoli commerciali Ford, e Massimiliano Napoli direttore vendite service Ford. «La nostra storia – ci dice Bruno Parolini – è iniziata nel 1988 a Berbenno di Valtellina come concessionario Ford per la provincia di Sondrio e nel1992 abbiamo aperto una nuova sede in Valcamonica, a Piancamuno. Quindi, negli anni 2000, le filiali sono diventate otto con l’apertura a Garlate, Como, Erba e Cantù nel 2004 e a Bergamo e Treviglio nel 2010. Noi siamo storicamente legati al marchio Ford ma nel corso degli anni siamo diventati concessionari Mazda, Volvo e Maserati. Per questo a giugno 2014 abbiamo inaugurato a Como e Bergamo due nuove sedi interamente dedicate a Maserati e ad agosto abbiamo aperto una nuova unica sede Ford che è diventato il primo Ford Store del Nord Italia». Una storia, questa di Iperauto, che è prettamente familiare: «Sono orgoglioso che in azienda si siano inseriti anche i miei tre figli Laura, Ilenia e Roberto, tutti laureati e tutti, a diverso titolo, presenti in questa nostra realtà imprenditoriale».

E proprio i dati di questo 2015 testimoniano i grandi risultati di questa azienda: «Tanto per cominciare in questo anno abbiamo assunto dieci persone e integrate, con un contratto a tempo indeterminato, altre sette. Il fatturato vendite delle auto private del 2015 è stato di 130 milioni di euro con un aumento del 25% rispetto al 2014 e con una previsione per il 2016 di 150 milioni di euro. Anche i veicoli commerciali hanno avuto un aumento, siamo passati dagli 800 veicoli venduti nel 2014 ai 1200 del 2015. Il segno più riguarda anche l’usato, nel 2014 abbiamo venduto 1560 auto usate, nel 2015 siamo arrivati a 1860. E anche per Maserati siamo passati dai 60 milioni di euro del 2014 ai 110 milioni di euro del 2015».

C’è più di un motivo di soddisfazione, dunque, e anche le previsioni per il futuro sono ottimistiche. «Un altro aspetto che incrementeremo sarà l’on line, – conclude Bruno Parolini – i novecentomila utenti che hanno visitato il nostro sito dimostrano che il futuro è anche questo. Presto avremo una nuova filiale virtuale».


© RIPRODUZIONE RISERVATA