Merate, muore a 22 anni   l’ex leader degli studenti
Un’intensa immagine di Nicolò Branciforti, aveva 22 anni

Merate, muore a 22 anni

l’ex leader degli studenti

Nicolò Branciforti era stato un alunno brillante del liceo Agnesi, aveva guidato la protesta del riscaldamento

Ha ceduto alla malattia dopo aver lottato. L’insegnante: «Voleva scrivere un libro per invitare tutti a non arrendersi»

Lutto al liceo Agnesi di Merate dove ieri mattina è giunta la notizia della morte di Nicolò Branciforti, 22 anni, di Calusco d’Adda.

Ora universitario

Brillante liceale dell’istituto di via dei Ludovichi, oggi studente universitario di scienze internazionali e istituzioni europee, il cui percorso aveva portato a termine appena un paio di mesi fa, Nicolò era rimasto legatissimo alla scuola di Merate, agli ex compagni di classe così come ai suoi ex professori.

Poco più di un anno fa, quando la malattia, scoperta improvvisamente in seguito all’ingrossamento di un braccio, pareva essere stata sconfitta, aveva infatti contattato la sua ex professoressa di lettere.

«Mi aveva chiamato - ricorda oggi Eugenia Di Guglielmo - perché sapeva che scrivo libri. Voleva scriverne uno anche lui. Per raccontare la sua battaglia contro la malattia ed essere di esempio agli altri, come aveva sempre fatto. Per far comprendere a tutti che, anche di fronte a ostacoli che appaiono insormontabili, si può lottare. Purtroppo, non è stato così».

Venerdì notte, la lotta di Nicolò si è fermata e oggi a piangerlo sono davvero in tanti, come racconta la mamma Denise.

«Mio figlio è sempre stato un ragazzo brillante, curioso, con mille interessi, appassionato di viaggi e di sport. Era disponibile con tutti, piccoli e anziani. E oggi, dopo quello che è accaduto, ne abbiamo riscontro perché sono davvero tante le persone, dagli amici che gli volevano bene agli anziani a cui portava il pane, che sono venuti a trovarci».

Altri particolari su La Provincia di Lecco in edicola sabato 11 settembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA