Maturità: commissari interni  e presidente esterno

Maturità: commissari interni

e presidente esterno

Ordinanza del ministro Azzolina: «Vogliamo un esame di Stato serio, vero, che tenga conto anche delle difficoltà affrontate a causa dell’emergenza ancora in atto»

Maturità: ieri sera la ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina ha firmato l’ordinanza che prevede la commissione formata da sei membri interni e dal presidente esterno. «In questo modo gli studenti saranno valutati da docenti che conoscono il loro percorso e quanto realmente fatto durante questo particolare anno scolastico. Vogliamo un esame di Stato serio, vero, che tenga conto anche delle difficoltà affrontate a causa dell’emergenza ancora in atto».

I presidenti saranno nominati dagli uffici scolastici regionali, i commissari dai consigli di classe, anche riuniti a distanza, precisa l’ordinanza. Nella composizione della commissione si terrà conto dell’equilibrio tra le varie discipline di ciascun indirizzo. In ogni caso, sarà assicurata la presenza del commissario di italiano e di uno o più commissari che insegnano le discipline di indirizzo. Possono essere scelti come commissari sia docenti a tempo determinato che a tempo indeterminato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA