Maturità al via con    caccia al supplente
Domani i gli studenti affrontano la prima prova scritta della maturità

Maturità al via con caccia al supplente

Domani alle 8,30 tutti in classe per la prima prova scritta di italiano, domani la seconda e poi il quizzone. Ma quest’anno più che mai ecatombe di docenti ammalati: nei giorni scorsi ne mancavano dodici, tutti di inglese

Alla disperata ricerca del sostituto del sostituto. Docenti ammalati che portano il certificato medico poche ore prima dell’inizio degli esami di maturità. Puntualmente, come ogni anno, c’è chi si ammala. Ieri è stata una giornata caotica in provveditorato.

Il caso limite è quello dei docenti di inglese. Ne mancavano ben dodici negli ultimi giorni, come testimonia Alvise Zuppani, docente al Viganò di Merate.

«Mi hanno contattato per fare il membro esterno nella commissione del Fiocchi e del paritario di Barzanò, a poche ore dall’inizio dell’esame di maturità – racconta Alvise Zuppani -. Ma l’assurdo è che ho saputo che mancavano dodici docenti di inglese su tutte le commissioni, e nel mio caso sono il sostituto del sostituto del sostituto del titolare. Ovvero sono la quarta persona chiamata visto che gli altri tre puntualmente hanno presentato un certificato medico. Non è mia intenzione mettere in dubbio la malattia dei miei tre colleghi, però a questo punto visto che tanto si parla di “Buona scuola” mi chiedo come mai non si facciano dei controlli, come mai ogni anno sia sempre lo stesso caos».

E oggi, in una corsa contro il tempo, le varie commissioni sono state completate.

Un caos che paradossalmente ricorda quello degli anni passati, quando le commissioni erano composte da docenti di tutta Italia, che dovevano sobbarcarsi chilometri e chilometri per spostarsi e dunque davano forfait.

A quanto pare neppure la nuova normativa, con commissioni composte da docenti delle scuole delle province limitrofe funziona.

Scatta domani la prima prova di maturità. Questa mattina 2 mila studenti sosterranno la prima prova scritta: italiano.

.


© RIPRODUZIONE RISERVATA