Mandello, segnala

i bulli su Facebook

La clamorosa scelta della mamma di un ragazzino

Perseguitato da un gruppo di coetanei che lo hanno riempito di botte e addirittura con un calcio gli hanno creato problemi alla tibia.

Una brutta vicenda segnata da bullismo e violenza quella che ha visto protagonista uno studente della scuola media Volta di via Risorgimento.

Una situazione pesante, fino ai giorni scorsi quando il agazzino non ce l’ha più fatta e ha raccontato ai genitori. Ha raccontato delle botte e delle minacce.

La mamma ha segnalato la vicenda al dirigente scolastico Renato Cazzaniga, e alle forze dell’ordine. Poi ha pubblicato le foto dei lividi del figlio su Facebook scatenando il tamtam mediatico. Fotografie che dopo qualche ora ha deciso di cancellare dal social.

Per il momento la famiglia dello studente ha deciso di non sporgere denuncia nei confronti del gruppo di bulli, attendendo una risposta da parte della scuola.

“Ho parlato con la mamma - spiega il dirigente Renato Cazzaniga - ho avviato dei provvedimenti disciplinari considerata la gravità del fatto. A breve farò un intervento a scuola, alla presenza anche dei genitori, rimarcando la gravità dei fatti, la gravità dell’aver agito in gruppo prendendosela con un coetaneo. Interverremo sui singoli, ma anche sull’intera classe in termini educativi”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA