Mandello. Piano di rilancio Carcano

L’incontro con i dipendenti

Ora i dipendenti della Carcano di Mandello vogliono vederci chiaro. Per questo hanno chiesto all’amministrazione capire quale sarà il futuro dell’azienda

Mandello. Piano di rilancio Carcano L’incontro con i dipendenti
Lo stabilimento Carcano

Ora i dipendenti della Carcano di Mandello vogliono vederci chiaro. Per questo hanno chiesto all’amministrazione capire quale sarà il futuro dell’azienda.

La Carcano è leader nella produzione di fogli d’alluminio, gli stessi utilizzati per incartare cioccolatini, ma anche il prosciutto della gastronomia, e che fa anche i blister in alluminio e plastica per imballare i medicinali.

Dalla scorsa primavera è in corso un progetto di rinnovamento della ditta di Mandello e ora i lavoratori chiedono delucidazioni: è infatti fissato per martedì 28 un incontro fra i sindacati, i rappresentanti dei dipendenti e i manager dell’azienda.

Sarà l’occasione anche per un confronto con Giorgio Bertolini, il nuovo direttore generale, nominato a metà mese. Il manager è stato nominato dalla Carcano sia per gestire la normale amministrazione, ma soprattutto per mettere in atto il piano industriale che è stato approvato all’unanimità dal consiglio di amministrazione lo scorso 8 ottobre.

L’azienda, in un primo comunicato ai dipendenti ha spiegato che la missione è confermare e rafforzare la posizione competitiva della Carcano come azienda di riferimento per qualità e servizio nel settore, «in linea con la sua storia, sapendo interpretare al meglio il nostro spirito e stile imprenditoriale, valorizzando le professionalità presenti, la capacità di fare business e rafforzare lo spirito di innovazione tecnica», si legge nel comunicato diffuso dall’azienda fra i dipendenti.

Tuttavia i lavoratori vorrebbero andare a fondo del piano industriale approvato, soprattutto per capire quali saranno le strategie che saranno messe in atto per il rilancio e quale sarà l’impatto sulla forza lavoro. Attualmente i dipendenti della Carcano sono 570, di cui 274 a Delebio, in provincia di Sondrio, e circa 302 a Mandello, dove si trova la sede storica.

L’azienda è una delle più importanti del territorio, con un fatturato stabile che si aggira attorno ai 160 milioni di euro e buoni margini.

A maggio, la proprietà ha deciso di affidarsi a una società di consulenza per effettuare un’analisi dell’azienda, eliminare gli sprechi, modernizzare gli impianti per essere sempre più performante.

Il lavoro dell’agenzia è terminato a settembre con l’elaborazione di un piano industriale presentato al consiglio di amministrazione che ha deciso di accoglierlo. Dunque, da oggi in poi in Carcano si lavorerà per mettere in pratica i suggerimenti forniti dalla società di consulenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA