Giovedì 24 Luglio 2014

Mandello, patteggia 2 anni

per la coltellata in una lite

MANDELLO - Giuseppe Saldano dopo l’arresto da parte dei carabinieri

Accusato di avere inferto il fendente al 21enne milanese, il pensionato Giuseppe Saldano ha patteggiato oggi due anni di reclusione in tribunale.

L’imputato ha deciso di non comparire all’udienza di oggi in tribunale a Lecco, dove su consiglio del difensore avvocato Tatiana Balbiani e proposta concordata con il viceprocuratore onorario Pietro Bassi, grazie alla sentenza del giudice Gian Marco Fausto De Vincenzi ha patteggiato due anni di reclusione.

Giuseppe Saldano, il pensionato di 73 anni, era stato arrestato la mattinata di giovedì 17 luglio dai carabinieri della locale stazione e del nucleo radiomobile di Lecco giovedì mattina, in via Cesare Battisti, per avere inferto un fendente allo studente milanese lean Giorgio Merlo, 21 anni, conducente di una Polo, giudicato guaribile in quaranta giorni al “Manzoni”.

Il giovane universitario di “Scienze politiche” è stato dimesso nel pomeriggio di mercoledì.

Il tutto era nato per un diverbio viabilistico.

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani mattina, 25 luglio

© riproduzione riservata