Madonna si fa piccola capitale

degli artisti “a cielo aperto”

Tiranesi e tanti turisti per assistere alle esibizioni in strada

Madonna si fa piccola capitale degli artisti “a cielo aperto”
Lo spettacolo è piaciuto soprattutto ai bambini

Da tempo scorrazzano in lungo e in largo per portare la loro musica da riciclo in ogni angolo del globo. Parliamo degli Jashgawronsky Brothers, insuperabili inventori di improbabili strumenti. Dall’Armenia sono arrivati a Tirano a far gustare una frizzante esecuzione di musica classica nel concerto per bottiglie d’acqua minerale.

È, invece, uno spettacolo di circo contemporaneo dove le moderne tecniche di giocoleria sono combinate con differenti stili di danza acrobatica, attraverso la manipolazione, l’equilibrismo e la coreografia di scatole di cartone, lattine di spray, palloncini e sedie quello dei Nube che vengono dall’Argentina.

E ancora, sempre dall’Argentina, i Zig zag circo, due giocolieri perennemente in ritardo per il loro spettacolo, che cominciano a montare le scenografie, preparano i loro attrezzi, vestendosi e truccandosi in scena interagendo con il pubblico. Presto, tutti i loro conflitti, successi e frustrazioni vengono alla luce mentre si esibiscono in sorprendenti routine di giocoleria.

Commento raccolto fra i presenti è quello dell’ottima qualità del genere proposto dalle compagnie, tutte professionali e professioniste. Si è trattato di arte in stile popolare con un programma ben congeniato, che ha convinto il pubblico. Erik Sigma, un enigmatico mentalista, ha presentato i suoi affascinanti esperimenti psicologici dalla comicità surreale; gli Eccentrici Dadarò poetici spettacoli di clownerie e teatro di figura in una sola valigia; la piccola orchestra Bandaradan dai ritmi zoppi ha dispensato note liete tra le vie e Les Jolies Fantastiques hanno ammaliato con uno spettacolo tutto al femminile sensuale, stravagante e acrobatico.

Le iniziative tiranesi non si fermano qui: il 20 agosto ci sarà la notte bianca “I love Tirano” con musica fino alle 2 e negozi aperti fino a mezzanotte per proseguire poi il 16, 17 e 18 settembre con “Eroico Rosso”, rassegna enologica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA