Lunedì 08 Settembre 2008

<Erc>: sindacati cauti
ma le trattative avanzano

«L’incontro con il liquidatore è stato interlocutorio. Noi teniamo i piedi per terra, in attesa di conoscere con precisione quali sono le prospettive per l’azienda e i lavoratori. Di concreto, per ora, non c’è nulla».
Diego Riva, sindacalista Fiom Cgil che sta seguendo da vicino l’evolversi della situazione della Erc di Calolziocorte, mantiene un atteggiamento prudente, come è comprensibile. Anche se le trattative per il possibile ingresso di un nuovo imprenditore vanno avanti. E negli ambienti imprenditoriali circola già qualche nome. Però, in questa fase cautela e riserbo sono obbligatori: basta una parola in più per far saltare qualsiasi trattativa e così perdere 280 posti di lavoro. La possibilità che subentri un imprenditore alla precedente proprietà e rilevi la titolarità della storica azienda calolziese non è infatti stata presentata concretamente nella riunione. Quindi, allo stato attuale si resta in attesa di saperne di più. «Dall’incontro che abbiamo avuto con il liquidatore non sono emerse novità eclatanti. Ci è stato spiegato – ha commentato Riva – che stanno verificando se esista la possibilità di trovare la soluzione che permetta di evitare la chiusura e di andare verso un percorso concorsuale>. C’è attesa, ora, per l’incontro programmato per venerdì 19.

g.morassi

© riproduzione riservata