Lotteria Italia, in Campania 3 dei 5 premi  Nessun milionario in Lombardia
Biglietti della Lotteria Italia

Lotteria Italia, in Campania 3 dei 5 premi

Nessun milionario in Lombardia

I premi milionari della Lotteria Italia in Campania, a Torino e in Umbria

La fortuna bacia la Campania. Durante la trasmissione “I Soliti Ignoti-Il ritorno” su RaiUno nella serata di domenica 6 gennaio l’Agenzia delle dogane e dei monopoli ha estratto e comunicato i primi cinque biglietti vincenti della Lotteria Italia 2019. I cinque tagliandi super fortunati sono stati: E 265607, venduto a Pompei (Napoli); E 449246, venduto a Napoli; P 386971, venduto a Torino; G 154304 venduto a Sala Consilina (Salerno) lungo la A3 Salerno-Reggio Calabria; e infine F 075026, venduto a Fabro (Terni), lungo la A1 Milano-Napoli. Il primo premio vale 5 milioni di euro, il secondo premio 2,5 milioni, il terzo 1,5 milioni, il quarto un milione e il quinto è di 500 mila euro.

Nessuno dei cinque biglietti milionari è dunque stato venduto a Bergamo e in Lombardia. Tre biglietti di prima categoria su cinque sono finiti dunque in Campania, di cui due in provincia di Napoli (uno in città, l’altro a Pompei) e uno in un’area di servizio di Sala Consilina (Salerno). Gli autogrill colpiscono ancora perché un altro è stato venduto in un’area di servizio di Fabro (Terni), dove tre anni fa finì il quinto premio da 250 mila euro. Il quinto biglietto è a Torino, che si conferma super fortunata: l’anno scorso finirono nella provincia del capoluogo piemontese il terzo premio da 1,5 milioni, a Rosta, e il quarto da 1 milione a Pinerolo.

Complessivamente, la Lotteria Italia quest’anno, ha distribuito premi per oltre 16 milioni di euro. Per Como e la Lombardia non resta che sperare nei premi minori (si fa per dire): in palio ci sono 50 premi di seconda categoria da 50mila euro e 150 premi di terza categoria che valgono invece 25mila euro ciascuno. Tutti i numeri dei biglietti vincenti sono pubblicati sul sito dell’Agenzia delle dogane e dei Monopoli (www.adm.gov.it).


© RIPRODUZIONE RISERVATA