Lecco. Segnali di crescita  La ripresa va forte con l’export
Le imprese lecchesi hanno generato da gennaio a marzo 2021 scambi per un 1,1 miliardi in esportazioni

Lecco. Segnali di crescita

La ripresa va forte con l’export

Più 6,7% nell’interscambio nel primo trimestre del 2021 rispetto allo stesso periodo di un anno fa - Numeri in linea con l’andamento medio regionale

Lecco riconferma nelle esportazioni la sua capacità di ripresa con una crescita dell’interscambio del 6,7% nel primo trimestre 2021 rispetto allo stesso periodo di un anno fa.

Le imprese della nostra provincia hanno generato da gennaio a marzo di quest’anno scambi per un valore di 1,8 miliardi di euro, di cui 1,1 miliardi in esportazioni che così crescono del 4,9% rispetto al primo trimestre 2020 e 654 milioni in importazioni (+10%).

I dati lecchesi sono parte di un’elaborazione su base Istat-Coeweb sull’export della Lombardia realizzata da Promos italia, la struttura del sistema camerale a supporto dell’internazionalizzazione delle imprese, partecipata da diverse Camere di Commercio nazionali e, per la Lombardia, dalle Camere di Monza-Brianza-Lodi, Bergamo e Milano oltre che da Unioncamere Lombardia.

La situazione lecchese si presenta dunque in linea con l’andamento medio regionale. La Lombardia nei primi tre mesi di quest’anno ha totalizzato un intercambio per 65,8 miliardi di euro, in crescita del 5,7% rispetto a un anno fa.

Sul totale, le esportazioni lombarde pari a 31 miliardi di euro crescono del 3,5% e confermano una quota pari a quasi un quarto rispetto ai 117,9 miliardi esportati dall’Italia.

Un quadro, quello della Lombardia, che secondo dati presentati due mesi fa da uno studio di Assolombarda si lascia alle spalle un 2020 in cui la Regione nel commercio estero ha perso 13,5 miliardi di fatturato estero (un pesante -10,6% sul 2019, a fronte di un -9,7% del dato nazionale), registrando oltre 77mila occupati in meno soprattutto nelle categorie di addetti meno istruiti, di dipendenti a termine e di giovani.

Ma già a novembre il 2020 per la Lombardia il commercio estero è tornato ai livelli pre-Covid ha agganciato la ripresa con l’export che nel quarto trimestre 2020 segnava un caso di solo il -2,3% rispetto a un anno prima, dopo il -7,9% nel terzo trimestre e la caduta verticale del -27,3% nel periodo aprile-giugno.

Nei dati di ieri di Promos, sul primo trimestre 2021 la regione è al primo posto della classifica nazionale seguita dal Veneto (28,2 miliardi, +5,2%, con un export da 16 miliardi, +4,9%) e dall’Emilia Romagna (26,5 miliardi, +8,4%, con un export da quasi 17 miliardi, +6%).

Per andamento della crescita degli scambi i risultati sono a due cifre per l’Abruzzo (+14%), la Basilicata (+12%) e la Toscana (+11%).

A livello nazionale l’interscambio raggiunge i 224 miliardi nel primo trimestre 2021. La crescita è del 5,2% rispetto ai 213 miliardi del primo trimestre 2020.

A fronte di esportazioni che, come detto, toccano i 117,9 miliardi le importazioni totalizzano 106,4 miliardi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA