Venerdì 30 Maggio 2014

Lecco, riconsegna tardi il dvd

Il giudice lo assolve

Lecco

Davanti al giudice Maria Chiara Arrighi, nell’aula del tribunale, questa mattina è stata demolita l’accusa di appropriazione indebita per un dvd noleggiato, ma restituito in grave ritardo dal cliente-abbonato all’azienda titolare di tale attività.

L’ipotesi di reato, con richiamo all’articolo 646 del codice penale, era stata contestata all’indagato con decreto penale di diretta citazione a giudizio, in base alla denuncia del rappresentante legale dell’azienda noleggiatrice.

Così in aula è stato citato a comparire, a piede libero, un impiegato, difeso dall’avvocato Riccardo Spreafico.

E in aula, con rinnovato interesse dei presenti per altre vicende, è avvenuto il colpo di scena del drastico ridimensionamento del quadro accusatorio.

Per la pubblica accusa il viceprocuratore onorario Vincenzo Piazza ha fatto emergere con limpidezza la linea di pratica e comprensibile inoffensività della non restituzione del dvd nei tempi contrattuali previsti.

In tal modo l’accusa di appropriazione indebita è apparsa pertanto non sostenibile in modo personalmente perseguibile.

I particolari su “La Provincia di Lecco” in edicola sabato 31 maggio

© riproduzione riservata