Lecco. Le autoscuole: «Per gli esami bisogna andare a Como»
Rosanna Rampin

Lecco. Le autoscuole: «Per gli esami bisogna andare a Como»

Dopo quasi tre mesi di pausa sono finalmente ripartiti gli esami per la patente ma si faranno alla Motorizzazione di Como

LECCO

Dopo quasi tre mesi di pausa sono finalmente ripartiti gli esami per la patente. Le limitazioni imposte dal Covid, hanno però portato alcune novità: «I primi esami di teoria – spiega Rosanna Rampin, segretaria provinciale dell’Unasca (Unione nazionale autoscuole e studi di consulenza automobilistica) – sono stati fatti l’11 giugno, ma ora dobbiamo andare a farli alla motorizzazione di Como, perché a Lecco non è più possibile per motivi di spazio, la struttura non era adeguata. Infatti, ogni postazione di pc deve avere 4 metri quadri, quindi nella sala lecchese si sarebbero dovute fare sessioni da 6-7 candidati, invece che da 17 come prima. Questo avrebbe reso impossibile smaltire l’arretrato. Inoltre la scala interna alla motorizzazione di Lecco non può garantire la separazione dei flussi in entrata e in uscita. Motivi per cui si è deciso di trasferire i nostri esami a Como. Dove gli spazi sono maggiori». Gli esami di guida per la patente B invece sono ripresi il 17 giugno: «Vengono svolti con mascherina, guanti e se si vuole la visiera. Dopo 15 minuti di esame si fa una pausa per arieggiare e igienizzare la macchina e poi altri 10 minuti di esami. Martedì sono ripartiti esami di guida anche per la moto, organizzati nel piazzale del mercato di Valmadrera. Si parla di qualche migliaia di esami arretrati in provincia di Lecco».

Chi si iscrive oggi per sostenere l’esame di partente dovrà dunque attendere:«Foglio rosa e iscrizioni sono stati prorogati fino al 29 ottobre. Rischiamo di non riuscire a fare tutti gli esami arretrati per quella data, dipenderà anche dal fatto se verranno svolti gli esami nel mese di agosto. A chi si iscrive oggi va detto chiaramente che non potranno fare l’esame prima di settembre, visto quanti ce ne sono da recuperare». Intanto è ripresa anche l’attività della commissione medica: «Sta richiamando – continua Rosanna Rampin - le persone che da febbraio attendono la visita. Nella nostra provincia ci sono 1500 pratiche di questo tipo accumulate e da smaltire». Restano ancora contingentati, intanto, gli accessi alla motorizzazione di Lecco: «Il privato, per le proprie pratiche, può recarsi in motorizzazione solamente nella giornata di martedì, ma solamente se prima ha mandato una richiesta via mail e gli è stato confermato l’appuntamento. Mentre in precedenza, quando non c’erano le limitazioni per il Covid, si aveva libero accesso tutte le mattine.Per le immatricolazioni e le pratiche riguardanti i veicoli, la procedura è la stessa, ma il giorno in cui ci si può recare in motorizzazione è venerdì»


© RIPRODUZIONE RISERVATA