Lecco, i cinque candidati  e la domanda clou  «Ma perché lo fate?»
Il pubblico che ha deciso di partecipare al dibattito di ieri sera

Lecco, i cinque candidati

e la domanda clou

«Ma perché lo fate?»

Occupata la platea e gremiti tutti i palchi per l’appuntamento clou della campagna elettorale. Venerdì su “La Provincia” di Lecco” le risposte dei candidati ai nostri lettori

Teatro stracolmo per la sfida finale della campagna elettorale per il sindaco

Teatro stracolmo per la sfida finale della campagna elettorale per il sindaco

I cinque candidati sul palco del Teatro della Società

I cinque candidati sul palco del Teatro della Società

Al Teatro della Società si è svolta ieri sera la “sfida finale”, il confronto pubblico tra i cinque candidati sindaco al Comune di Lecco, organizzato dal nostro giornale. E il numerosissimo pubblico intervenuto ha dimostrato il grande interesse della città per questo incontro a pochissime ore dal voto. Presentati da Maura Galli, sul palco c’erano Virginio Brivio, sindaco uscente sostenuto da Pd e dalle liste civiche Appello per Lecco e Vivere Lecco; Alberto Anghileri della lista civica “Con la sinistra cambia Lecco”; Lorenzo Bodega sostenuto da Ncc, dalla lista civica “Bodega Sindaco Sì” e dalla Destra per Lecco; Alberto Negrini, candidato di Lega Nord, Forza Italia e Fratelli d’Italia, e Massimo Riva per il Movimento 5 Stelle.

Accanto a loro, il direttore de “La Provincia” Diego Minonzio, ed il responsabile dell’edizione lecchese, Vittorio Colombo. La prima domanda è stata fatta proprio dal direttore Minonzio, che ha chiesto ai candidati cosa li ha spinti a voler fare il sindaco in un contesto sociale ed economico non certo facile. Virginio Brivio ha risposto per primo sostenendo che fare il sindaco e, dunque, impegnarsi in politica è un servizio e una passione che val la pena perseguire: «La vera sfida per il territorio sarà nei prossimi anni il lavoro e l’occupazione».

Anche Lorenzo Bodega si è detto convinto della positività del “mestiere” di sindaco: «So che oggi ci sono difficoltà economiche ma bisogna credere alla possibilità di far bene ed è stato l’entusiasmo che ho trovato nelle persone che mi ha convinto a ricandidarmi». Alberto Anghileri ha insistito sulla parola “insieme”: «Solo partecipando e collaborando la nostra comunità può fare molto e dare alla nostra città un volto diverso».

Per Alberto Negrini è stata la necessità di ridare alla città un nuovo modello partecipativo, la molla che l’ha convinto a mettersi in gioco: “Non credo sia un sacrificio fare il sindaco e la mia scelta è sostenuta da una grande convinzione”. Massimo Riva si è definito candidato portavoce dei cittadini: “Per noi gli schieramenti partitici sono superati, quello che si deve fare è cambiare la politica proprio prescindendo dai vecchi partiti”.

La seconda domanda, targata Ance, è stata la richiesta di un tavolo che comprenda le associazioni e incrementi la partecipazione. Richiesta a cui tutti hanno risposto positivamente con alcuni distinguo, ma con un accordo generale sulla necessità di condividere le scelte con il mondo imprenditoriale e la società. Si è poi affrontato il tema dell’abolizione delle province e del conseguente maggior peso del comune capoluogo. Massimo Riva ha criticato l’abolizione delle province ma ha riconosciuto che Lecco debba diventare l’ente capofila per gestire i servizi più importanti. Virginio Brivio ha precisato che Lecco non può inglobare tutti i comuni, ma certamente il ruolo di capoluogo richiamerà responsabilità precise e di coordinamento.

Per Lorenzo Bodega la provincia c’è ancora e sta funzionando e dunque non vede nubi oscure sul nostro territorio. Di diverso avviso Alberto Anghileri: “Penso che Lecco debba diventare una città di molti più abitanti per rendere più efficienti i servizi per i cittadini”. Anche per Alberto Negrini il comune capoluogo deve assumersi maggiori responsabilità e pensare ad accordi con i comuni vicini. Nel complesso è stata una serata segnata da un grande ritmo che ha appassionato i tanti presenti.

Tre pagine speciali con i temi del confronto e con le risposte dei candidati sindaco ai nostri lettori su “La Provincia di Lecco” in edicola venerdì 29 maggio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA