Lecco. Elettronica in fiera

Tecnologia e didattica

Apre sabato 14 a Erba la rassegna che riunisce 185 espositori: un settore in continua evoluzione

Silvio Oldani: «Non vogliamo presentare i prodotti di moda, ma parlare un linguaggio semplice»

Lecco. Elettronica in fiera Tecnologia e didattica
1Apre oggi a Lariofieredi Erba la rassegna dedicataall’elettronica2 In fiera ad Erbasono presenti 185 espositori che copriranno un’areadi novemila metri quadrati. Durante la rassegnasi terranno numerosi incontri di approfondimento

Un settore che cresce vistosamente e che diventa motore degli affari. Per molti, ma non per tutti. E che a parecchi va ancora spiegato con forza, anche per non cadere in trappole.

Così sabato 14 marzo e domenica 15 a torna “Erba elettronica”, portando in un comparto che è sempre più strategico, ma al Polo espositivo ci si propone proprio di aiutare a capire meglio il fenomeno. Che non è solo una moda.

Spiega il presidente di Lariofiere Giovanni Ciceri. «Rispetto ad altre fiere del settore, vogliamo portare diverse novità e momenti di chiarimento. Iniziative collaterali che completano la nostra offerta».

Gli fa eco il direttore Silvio Oldani: «Si tratta di una manifestazione molto popolare, che non vuole solo parlare dell’elettronica all’ultimo grido, ma rivolgersi a tutti». Perché - continua Oldani - in realtà non è è proprio così scontato che ogni fascia abbia la dimestichezza apparente con il tema. Ecco perché a Lariofiere si è puntato anche sui workshop.

«Un esempio - dice il direttore - per quanto riguarda la comunicazione digitale, è la tematica degli adolescenti. Ma pensiamo anche al concetto della reputazione, all’importanza che esso riveste».

Due aspetti, quelli citati, cruciali. Il secondo anche per quanto riguarda le aziende, le implicazioni sull’immagine professionali sono moltissime.

E se l’elettronica per definizione sembra avere lo sguardo puntato avanti, la fiera porta anche i riflettori sul passato. Su un tuffo nei tempi indietro, che aggiunge altro fascino. Un po’ per una sorta di operazione nostalgia, che ha il suo fascino, ma anche per mostrare quanto sia veloce la trasformazione in maniera concreta e appassionante.

Spazio anche fai da te dell’elettronica. Dal robottino al drone, che ormai è protagonista crescente peraltro. E attenzione, anche qui: perché quella che è la passione, l’hobby, può stimolare fino a diventare un lavoro. Di questi tempi più che mai.

Oggi dunque si apre la fiera dedicata a tecnologie digitali, Ict, sistemi operativi e applicazioni opensource, computer, cd e dvd, editoria specializzata, sistemi satellitari e ricambi, apparati per radioamatori, informatica e molto altro ancora.

I 185 espositori presenti nella due giorni di Erba, da soli, danno la dimensione di un’esposizione capace di occupare 9mila metri quadrati di spazio. Una fiera che, di edizione in edizione, prova ad affiancare ai pur pregiati pezzi messi in mostra una serie di attività volte all’approfondimento. La formazione, quest’anno, la farà da padrona, con una serie di workshop aperti a tutti i presenti e, perché no, perfino un servizio di consulenza informatica gratuita a facilitare il compito di quanti, e saranno migliaia, avranno tempo e voglia di visitare i padiglioni del centro erbese. Gli orari sono dalle 9 alle 19, mentre domani si chiuderà alle 18.

Ci sarà appunto la possibilità di partecipare a workshop e corsi formativi.

L’ingresso prevede il pagamento di un biglietto di 8 euro oppure, presentando il voucher sconto scaricabile dal sito www.erbaelettronica.com, di 6 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA