Giovedì 03 Luglio 2014

Lecco: assise Federmoda

Credito, tema caldo

Oscar Riva, Federmoda

C’era anche una delegazione lecchese all’assemblea nazionale di Federmoda, tenuta a Milano.

Le assise sono state l’occasione per un confronto sui problemi e le prospettive del settore, anch’esso alle prese con la crisi ed il calo dei consumi.

Il presidente di Federmoda Lecco - gruppo abbigliamento e calzature di Confcommercio Lecco, Oscar Riva, e il consigliere Alberto Bianchi hanno preso parte all’appuntamento nazionale tenutosi a Milano.

Dopo la relazione del presidente di Federazione Moda Italia, Renato Borghi (vicepresidente nazionale di Confcommercio) e l’approvazione del bilancio, si è aperta la discussione che ha visto l’intervento di diversi delegati delle associazioni provinciali presenti.

«Si sono affrontati diversi temi rilevanti e di estrema attualità – sottolinea il presidente Oscar Riva -. Nel suo intervento, ad esempio, il consigliere Alberto Bianchi ha fatto rilevare la discrepanza che c’è tra gli interessi pagati dai commercianti alle banche e quello che è il costo del denaro effettivo per gli istituti. Quello del credito alle imprese è un tema di grande importanza».

Molto interessante anche l’intervento della presidente di Federmoda Pisa, Federica Frassini, che ha presentato l’iniziativa Fashion & Food Night tenutasi a Pisa il 13 giugno: «Un evento dedicato allo shopping con degustazione ed eventi artistici realizzati all’interno dei negozi del centro storico che è piaciuto e che può essere da spunto anche per altri territori».

Per quanto riguarda il problema della liberalizzazione delle promozioni, reclamate a gran forza dalla grande distribuzione, «è stato chiesto un prossimo incontro a livello regionale per potere definire una strategia comune: è fondamentale avere regole certe e chiare a tutela della categoria».

Durante l’assemblea è stata anticipata anche «una vantaggiosa convenzione per gli iscritti a Federmoda con una azienda che realizza impianti luci a led nei negozi che dovrebbe dare la possibilità di poter pagare l’impianto in tre-quattro anni», conclude il presidente Oscar Riva.

© riproduzione riservata