Lecco. Aldeghi: basta un salto per l’argento  Longhi: i due metri valgono il bronzo
Il cassaghese Michele Longhi dell’Atletica Colombo Lecco in una foto di repertorio

Lecco. Aldeghi: basta un salto per l’argento

Longhi: i due metri valgono il bronzo

Ai campionati italiani Juniores e Promesse in evidenza i due saltatori lecchesi

Il lunghista dopo aver piazzato il primo balzo a 7, 37 colleziona una serie di nulli

Fine settimana ad Ancona per Promesse e Juniores dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni, impegnati nei Campionati Italiani Individuali indoor di categoria.

Le maggiori soddisfazioni arrivano dagli Juniores maschili, con un secondo ed un terzo posto conquistati da due delle stelle nascenti gialloblu, entrambi specialisti dei salti: Andrea Aldeghi e Michele Longhi.

Iniziamo dal miglior piazzamento della due giorni marchigiana, ovvero la medaglia d’argento vinta da Andrea Aldeghi nel salto in lungo. Il lecchese è protagonista di una gara a dir poco inusuale, con un solo tentativo andato a buon fine, il primo, nel quale atterra a 7.37, seguito poi da ben cinque nulli. Una sola misura a referto quindi, comunque sufficiente per salire sul secondo gradino del podio, dietro solamente al vincitore, il siciliano Filippo Randazzo portacolori della Pro Sport 85, che ottiene 7.55 al terzo tentativo.

Medaglia di bronzo nel salto in alto per Michele Longhi, atleta di Cassago Brianza, fermandosi a 2 metri con tre errori nei salti a 2.03. Michele supera al primo tentativo sia le misure di 1.90 che 1.97 e 2.00, ma poi si arrende con l’asticella posta a 2.03. Titolo a Jacopo Zanatta della Trevisatletica che riesce a saltare addirittura 2.14. Nel complesso, si è trattato di una gara con buoni spunti tecnici e con l’eccellenza del salto di Zanatta a 2,14.


© RIPRODUZIONE RISERVATA