«L’area Nostra Famiglia

resti residenziale »

Osservazione al Pgt del proprietario Vico Valassi La zona è mista ma aveva ottenuto una deroga

avuta per l’utilità pubblica: si chiede di mantenerla in caso di dismissione della struttura

«L’area Nostra Famiglia resti residenziale »
L’edificio de la Nostra Famiglia che sta sorgendo in via Belfiore

Il via libera all’unanimità (con il solo voto contrario di Sandro Magni della federazione delle sinistre) al cambio di destinazione d’uso da artigianale a servizi con deroga per utilità pubblica e un aumento di volumetrie di duecento metri quadrati in più era stato dato dal consiglio comunale lo scorso settembre.

La Nostra Famiglia che oggi è dislocata su due sedi d’epoca a san Giovanni, aveva ottenuto proprio per la sua specificità e per il servizio altamente qualificato, la possibilità di costruire ampliandosi in via Belfiore angolo via Lamarmora in una zona artigianale mista.

Una deroga solo in funzione della sua funzione. Ora però a pochi mesi dal via libera il proprietario dell’area ingegner Vico Valassi mette in discussione questa prescrizione e in un’osservazione al Pgt in fase di adozione chiede che «qualora in futuro l’associazione La Nostra Famiglia” dovesse ricollocare in un’altra ubicazione la superficie pertinenziale, chiede che venga estrapolato dal Piano dei Servizi e che venga attribuita la stessa destinazione dell’immobile ovvero zona residenziale a media densità».

© RIPRODUZIONE RISERVATA