Venerdì 25 Luglio 2014

L’alpinista morto in Perù

riposa accanto alla madre

La terza tomba a sinistra su uno dei viali centrali del cimitero maggiore di Cantù, quello che parte lasciandosi alle spalle l’area dove è consentita la dispersione delle ceneri.

È qui che è stato sepolto Enrico Broggi, 29 anni, uno dei due alpinisti morto sull’Alpamayo lo scorso 30 maggio. C’è una foto che lo ritrae con la maglietta gialla e gli occhiali da sole.

È abbracciato alla mamma, morta pochi mesi fa: Laura Canepa, dipendente del Comune, per anni è stata impegnata allo stato civile del municipio di piazza Parini. Madre e figlio ora sono riuniti sotto la stessa terra. In superficie, il loro ritratto è circondato dai fiori.

Secondo quanto è stato possibile ricostruire, la sepoltura di Enrico è avvenuta venerdì: una settimana fa. Alla presenza di pochissime persone. Ovvero, soltanto i familiari.

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© riproduzione riservata