Laglio, il ritorno a sorpresa di Clooney  Atteso a Villa Oleandra con altri big
George Clooney con il sindaco Roberto Pozzi tra le macerie del disastro di fine luglio 2021 (Foto by ©Daniela Colombo)

Laglio, il ritorno a sorpresa di Clooney

Atteso a Villa Oleandra con altri big

Imminente l’arrivo nella casa sul lago

Tutto a Laglio faceva pensare che le lunghe e movimentate vacanze dell’attore e regista americano George Clooney fossero finite in agosto come di consueto, dopo i tre mesi passati nel suo buen retiro preferito tra gite sul lago, cene nei ristoranti preferiti e relax in giardino.

E invece la riapertura delle finestre di villa Oleandra ha dato peso alle voci che circolavano in paese già da qualche tempo, circa il possibile ritorno in ottobre di Clooney, ma non da solo. Sempre stando ai rumors, pare che Laglio assisterà all’arrivo anche di importanti ospiti della famiglia, su cui vige però il massimo riserbo. Altri amici attori, forse, in ogni caso persone di un certo peso. Insomma, il ritorno sul lago di Como di George Clooney è dato per imminente nei primi giorni di ottobre. E le finestre aperte di Villa Oleandra - da sempre il “segnale” dell’imminente arrivo (e della presenza, ndr) del padrone di casa - conferma l’attendibilità delle indiscrezioni.

Tutta pubblicità gratuita per Laglio soprattutto alla luce dell’alluvione che ha devastato una parte di paese provocando distruzione e sfollati. Proprio in relazione a quanto accaduto, si spera che Clooney possa tornare con gli aiuti che aveva promesso pubblicamente anche a La Provincia. «Ora cerchiamo di capire in che modo possiamo aiutare anche privatamente le famiglie e sistemare tutto questo, perché deve assolutamente essere sistemato» aveva detto a “la Provincia”.

Villa Oleandra con le finestre aperte

Villa Oleandra con le finestre aperte
(Foto by Daniela Colombo)

Come ha evidenziato il sindaco di Laglio Roberto Pozzi, un aiuto indiretto lo ha comunque dato, con la visibilità avuta dopo la sua visita sul luogo della frana, il giorno successivo ai fatti: le immagini di Clooney con le scarpe nel fango avevano fatto il giro del mondo. E così la raccolta fondi lanciata dal Comune di Laglio per aiutare le famiglie sfollate è arrivata in due mesi a circa 160mila euro: contributo che può essere immediatamente distribuito ai nuclei che ne fanno richiesta, come già in parte avvenuto.

La sensazione è che, senza il traino di visibilità determinato da Clooney, difficilmente sarebbe stata raggiunta questa cifra, data da una donazione di 100mila euro di un anonimo benefattore straniero d’origine ma lagliese d’adozione, e altre di minore portata, ma tutte ugualmente importanti.

(Daniela Colombo)


© RIPRODUZIONE RISERVATA