La salita del Mortirolo diventa un brand

Il 6 luglio si disputerà la Grosio-Tirano che porterà le atlete lungo la mitica asperità. Svelato il logo che identifica l’ascesa, su cui si vuole investire per renderla accessibile a turisti e appassionati.

La salita del Mortirolo diventa un brand
La presentazione della tappa del Giro d’Italia femminile e del logo del Mortirolo

La salita del Mortirolo è impressa nella memoria dei ciclisti che l’hanno affrontata, siano stati i grandi campioni del ciclismo professionistico oppure gli amatori e in quella di tutti i tifosi.

Ora la mitica salita ha un logo. Il brand è stato presentato ieri a Tirano durante la conferenza stampa della tappa del Giro d’Italia femminile, la Grosio-Tirano del 6 luglio, che porterà le protagoniste della corsa a scalare dal versante di Mazzo quei terribili tornanti.

«Si tratta una montagna stilizzata a forma di “M” di Mortirolo, un’asperità rappresentata nelle pendenze massime del 20% del nostro monte», spiega il sindaco di Mazzo e assessore al bilancio del Comunità montana di Tirano, Franco Saligari.

Il Mortirolo è un simbolo di Mazzo nel mondo e il Comune lavora per valorizzarlo: «Stiamo effettuando una pulizia della vegetazione per rendere più facile le riprese dall’elicottero durante il passaggio della corsa, inoltre col recupero di una vecchia mulattiera intendiamo creare un percorso per la downhill. Ci sarà - aggiunge - la valorizzazione dell’ecomuseo della Resistenza. Inoltre abbiamo intrapreso rapporti con la città di Riosa in Spagna dove sorge il Monte Angliru (mitica salita della Vuleta di Spagna) per un possibile gemellaggio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA